Mesagne. L'abbattimento del canone delle lampade cimiteriali? "Specchietto per le allodole", se ne sono rimaste

Gennaio 08, 2016 1828

cimitero camera mortuaria«La tariffa del canone delle lampade votive

del cimitero comunale, a partire da quest’anno, sarà più bassa: dai circa 22 euro annui in vigore fino allo scorso anno ai circa 19 euro della prossima scadenza». A comunicarlo alla città, nei primi giorni di questo 2016, è il consigliere delegato ai Servizi cimiteriali, Antonello Mingenti. Ed è polemica poiché Progettiamo Mesagne ha tuonato: "E' il solito specchietto per le allodole. Così si vuole ridurre la pressione fiscale? Tre miseri euro di riduzione sulle lampade votive. Si dirà: è un piccolo segnale. Certo, se non fosse che su questo argomento, proprio sulla gestione e manutenzione delle lampade votive, ci sarebbe altro da dire che il consigliere delegato ha omesso di riferire". Per Mingenti, invece, questa sensibile riduzione della tassazione, ratificata nell’ultimo consiglio comunale dello scorso dicembre, è stata possibile grazie ad un lavoro che viene da lontano e parte già nel 2010 e che ha visto impegnati gli uffici nel censire tutte le utenze riscontrando quelle mai dichiarate o evase. Perseguendo queste piccole evasioni si sono gradualmente recuperate quelle risorse mancanti che hanno permesso di abbassare la tariffa a tutti. Una operazione all’insegna del vecchio adagio «pagare tutti per pagare meno». Per Mingenti «il raggiungimento di questo obiettivo, a beneficio di tanti mesagnesi, lo si deve soprattutto l’ufficio preposto ed in particolare l’operatore, Maurizio Palermo ,al quale va la gratitudine mia e del sindaco per l’eccellente lavoro svolto». Inoltre, in questi giorni proseguono piccoli lavori per migliorare la funzionalità del cimitero. Il consigliere delegato, di comune accordo col sindaco, ha sollecitato l’azienda vincitrice della gestione dei servizi cimiteriali a dare seguito ai lavori di manutenzione contemplati nel bando. "In queste settimane sono stati eseguiti questi lavori e hanno riguardato l’abbattimento delle barriere architettoniche nelle sale attigue alla chiesa, l’aggiunta di passamano sulle rampe di accesso, la messa in opera delle fioriere in muratura ed altri interventi verranno completate a breve". Resta da realizzare il servizio di videosorveglianza più volte annunciato e mai realizzato.