Arneo. Fratelli d’Italia chiede a Emiliano di bloccare gli avvisi

Luglio 10, 2015 2897

fratelli ditalia logo 2015Assicurata l’elezione, come una bomba ad orologeria, giunge puntuale la stangata che il vecchio predecessore del Governatore Emiliano ha dato agli agricoltori Pugliesi con il Decreto Regionale 1149/2013 e che quest’ultimo stenta a dare risposte e soluzioni a breve termine!!!

Non bastavano la grave crisi del settore Agro-alimentare che la nostra Regione sta vivendo da decenni, non bastava la piaga della Xylella, non bastava neanche l’irritante IMU AGRICOLA…. Bisognava dare e rincarare la dose mortale agli agricoltori con le migliaia di cartelle dei “Consorzi di Bonifica” che dovrebbero offrire dei servizi e benefici ma che così non lo è mai stato e non lo è tuttora; forse se di benefici si parla, questi si sono fermati agli stessi enti che, come carrozzoni, servono a gestire tutto tranne quello di offrire servizi ai cittadini ed alla comunità.

FRATELLI D’ITALIA-AN MESAGNE chiede formalmente al Governatore EMILIANO di bloccare gli avvisi ed i pagamenti recapitati in questi giorni per poter analizzare e dare soluzioni a questo problema, invitando anche il neo eletto Consigliere Regionale, l’Onorevole ed il Sindaco del Comune di Mesagne, se hanno ancora a cuore i cittadini e la soluzione dei loro problemi, a sostenerci in questa nostra richiesta ed intervento.

Se non fosse accettata tale richiesta da parte del Governatore e della sua parte politica, FdI-AN Mesagne si farà promotrice nel procedere in un formale ricorso legale contro il Consorzio al quale potranno aderire chiunque fosse leso, mettendo a disposizione dei nostri legali per restituire dignità, speranza e legalità alla nostra Agricoltura che ci ha fatto e resi grandi.

Fratelli d’Italia – AN Mesagne

Ultima modifica il Venerdì, 10 Luglio 2015 13:08