Mesagne. Un asilo nella zona industriale a servizio delle mamme lavoratici

Giugno 21, 2021 480

L’idea non è niente male. Portare una scuola materna nella zona industriale di Mesagne è il sogno di tanti genitori che lavorano nell’area commerciale. Così questa idea è diventata un progetto che presto potrà diventare realtà grazie a un bando di finanziamento emesso dal ministero degli Interni e dal ministero dell’Istruzione per realizzare “progetti relativi ad opere pubbliche di messa in sicurezza, ristrutturazione, riqualificazione o costruzione di edifici di proprietà dei comuni destinati ad asili nido e a scuole dell'infanzia e a centri polifunzionali per i servizi alla famiglia”. Il Comune di Mesagne, naturalmente, ha preso al volo questa opportunità ed ha presentato un progetto sia per realizzare una nuova scuola materna comunale sia per ristrutturare qualche plesso bisognevole di manutenzione straordinaria.

Per il quinquennio 2021-2025, il governo ha stanziato la somma complessiva di euro 700 milioni così ripartita: euro 280 milioni per la costruzione, ristrutturazione, messa in sicurezza e riqualificazione di asili nido; euro 175 milioni per la costruzione, ristrutturazione, messa in sicurezza e riqualificazione di scuole dell’infanzia, euro 105 milioni per la costruzione, ristrutturazione, messa in sicurezza e riqualificazione di centri polifunzionali per servizi alla famiglia; euro 140 milioni per la riconversione di spazi delle scuole dell’infanzia attualmente inutilizzati, con la finalità del riequilibrio territoriale, anche nel contesto di progetti innovativi finalizzati all’attivazione di servizi integrativi che concorrano all’educazione delle bambine e dei bambini e che soddisfino i bisogni delle famiglie in modo flessibile e diversificato sotto il profilo strutturale e organizzativo. Queste opportunità hanno permesso al team di tecnici dell’ufficio Lavori pubblici sotto egida dell’assessore Roberto D’Ancona, guidati dall’ingegnere Claudio Perrucci, di approntare una progettualità appetibile per la città.

“L’insufficienza di strutture materne presenti sul nostro territorio confronto a una domanda sempre maggiore è stato da stimolo per l’Amministrazione comunale di candidarsi a tutti i bandi emessi dai ministeri”, ha spiegato l’assessore D’Ancona. Pertanto, se il Comune beneficerà di tali finanziamenti potrà ristrutturare anche la scuola materna “De Amicis”, così come spiega D’Ancona. “Gli ambienti saranno ammodernati e sarà aggiunta una sezione nido per ampliare la domanda che ci giunge dalle famiglie”, ha precisato l’assessore particolarmente euforico al pensiero di poter realizzare un restyling e una scuola materna nuova. “Entusiasmante ci è sembrata la possibilità che il bando ci offre per realizzate completamente una nuova struttura su terreni di nostra proprietà. Abbiamo deciso, quindi, di realizzarla nella zona Pip dove lavorano centinaia di famiglie. Avere una scuola materna a pochi passi dal posto di lavoro è un’opportunità fantastica. Oltre che il plesso sarà a disposizione dell’intera città di Mesagne. In questo modo la nostra comunità avrà un altro strumento educativo che aiuterà certamente il ménage familiare”. Adesso bisogna solo credere nel progetto. 

---------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci