Sabato la Uila in prefettura per protestare per i mancati ristori in agricoltura

Aprile 08, 2021 186

Sabato 10 aprile in Piazza Prefettura presidio di protesta, di lotta e di proposta, dei lavoratori agricoli, florovivaisti e della pesca, per dare evidenza ad una mortificazione: l’esclusione ingiustificata e reiterata dai ristori, di una categoria esiziale per il fabbisogno alimentare che ha pagato un prezzo elevatissimo in termini di occupazione. I ristori destinati alle imprese agricole sostanziano, in maniera inequivocabile, la presa d’atto dei danni subiti dal settore primario, salvo dimenticarsi di una parte dei lavoratori di questo settore: i dipendenti. Ridare dignità vuole dire rendere giustizia cancellando la insostenibile discriminazione tra precari e stagionali e tra impresa e lavoratori dello stesso settore. Prime iniziative di lotta che risentiranno, in termini di potenziale partecipazione, dalle imposizioni prescrittive anti COVID, che avranno un unico obiettivo: dare centralità ai temi del lavoro dipendente agricolo e che cesseranno solo una volta ottenuta la giusta considerazione. Insieme : Uila , fai e Flai per le misure di ristoro, per il trascinamento delle  giornate agricole, per la cassa integrazione ai lavoratori della Pesca, per il rinnovo dei contratti provinciali di lavoro scaduti da più di un anno.