Covid a Mesagne. Un grazie ai sanitari del Perrino per aver guarito me e mia figlia

Aprile 06, 2021 965

Pubblichiamo testimonianza ricevuta da Angelo Guglielmi, inviata anche al Direttore Generale, al Direttore Sanitario ed al Direttore del Reparto Pneumologia del Perrino, per il percorso di guarigione della figlia, disabile gravissima, ricoverata d'urgenza per Polmonite bilaterale da Sars-Cov2.

 
"Preg.mi, vi scrivo per farvi un encomio ed un ringraziamento davvero grande e speciale a nome di mia figlia Valeria per come avete operato su di lei durante il ricovero avvenuto nel mese di marzo e, stante le sue condizioni, per come siete stati in grado di strapparla ad esiti ben più gravi o persino drammatici a seguito di acquisizione di Polmonite bilaterale da contagio SARSCoV2.
Valeria ne è uscita innanzitutto perché ha trovato un’efficace organizzazione e competenza messe a punto dalla ASL di Brindisi e dal vostro Reparto Pneumologia nel corso dei mesi dopo la prima ondata pandemica.
Ne è uscita per la bravura dell’equipe medica del Reparto a interpretare i suoi gravi limiti patologici pregressi e per averne modulato e adattato alla perfezione i protocolli terapeutici. Ne è uscita perché è stata determinante la grande esperienza nel campo della Pneumologia del vostro Direttore Dott. Eugenio Sabato, la sua professionalità, il suo garbo, le sue prudenze, le sue intuizioni e l’organizzazione complessiva che è riuscito a mettere in piedi del Reparto, che ho avuto modo di sperimentare io stesso, che ho 72 anni, ricoverato e guarito presso il Reparto nello stesso periodo e con la stessa patologia di insufficienza respiratoria acuta per “Polmonite bilaterale  interstiziale” da SARS-CoV-2. Per noi, ed in special modo per Valeria, sembrava un incubo che non dovesse mai finire, ed invece è finito nel modo in cui meglio non potevamo sperare. Davvero un grande grazie alla ASL ed a tutto il personale del Reparto Pneumologia dell’Ospedale Perrino di Brindisi medici, paramedici, Oss ed ausiliari a cui va la nostra più grande e sentita riconoscenza e, permetteteci anche un grande abbraccio. Custodire il ricordo di questa guarigione farà bene a tutti poiché fa emergere il valore di professionalità e competenze e gli sforzi fatti in tal senso anche dalla ASL della nostra Provincia".
Angelo Guglielmi
Ultima modifica il Martedì, 06 Aprile 2021 15:06