Educare in comune, avviata la raccolta di proposte progettuali

Gennaio 15, 2021 239

L’Amministrazione Comunale di Francavilla Fontana ha dato il via libera ad un avviso pubblico per raccogliere idee e proposte progettuali per il bando “Educare in comune” promosso a livello nazionale dal Dipartimento per le politiche della Famiglia.

Con questo bando, finanziato con 15 milioni di euro, il Governo intende promuovere la creazione di progettualità volte a contrastare la povertà educativa, creando nuove opportunità culturali e formative per i minori.

I progetti potranno riguardare uno dei tre ambiti di intervento: famiglia come risorsa; relazione e inclusione; cultura, arte e ambiente. Le proposte dovranno essere incentrate sulla valorizzazione e lo sviluppo delle potenzialità fisiche, cognitive, emotive e sociali dei bambini e degli adolescenti, per renderli individui attivi e responsabili all’interno delle proprie comunità, promuovendo il rispetto delle differenze culturali, linguistiche, religiose, etniche e di genere.

Ogni singola progettualità, che dovrà svilupparsi almeno per 12 mesi, potrà beneficiare di un finanziamento tra i 50 e i 350 mila euro.

Le persone, le associazioni e gli operatori interessati a partecipare al bando dovranno presentare le proprie idee al Comune di Francavilla Fontana entro il prossimo 31 gennaio. Tutti i dettagli sono disponibili sul sito internet istituzionale.

“La povertà economica alimenta la povertà educativa – dichiara la Vicesindaca e Assessora ai Servizi Sociali Maria Passaro – È questo il concetto che si sostiene nel bando ministeriale Educare in comune ed a cui come Amministrazione intendiamo partecipare, facendo precedere la nostra candidatura da una richiesta rivolta alla cittadinanza di invio di proposte ed idee che ci riserviamo di valutare.”

I Comuni potranno partecipare, singolarmente o in forma associata anche in collaborazione con enti pubblici e privati, entro l’1 marzo 2021.

---------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci