Alcuni operai della Santa Teresa confluiscono nei centri per l'impiego

Luglio 14, 2020 566

sindacati confederatiDOPO MESI DI SOFFERENZE E INCERTEZZE,

i lavoratori dipendenti della società Santa Teresa, in house dell’Amministrazione Provinciale, oggi, intravedono un percorso che dovrebbe traguardare la fine dello stato della crisi della stessa società. FINALMENTE, CGIL – CISL – UIL con il Presidente della Task Force dr. Leo Caroli, il presidente dell’agenzia ARPAL Puglia dr Massimo Cassano, il Presidente della Regione Puglia dr Michele Emiliano, il Presidente dell’Amministrazione Provinciale dr Riccardo Rossi e il rappresentante legale della società Santa Teresa dr. Giuseppe Marchionna, si è sottoscritta una convenzione Pubblico-Pubblico per consentire ad alcuni lavoratori di rientrare dalla cassa integrazione e svolgere le attività necessarie per assicurare la normale attività lavorativa presso i Centri per l’Impiego e sopperire così alla grave carenza di personale di personale degli stessi uffici che ha creato gravi disagi ai cittadini brindisini.

E’ solo un primo traguardo, il Sindacato tutto riconosce e ringrazia soprattutto il Presidente della Task Force per la tenacia e la professionalità profusa con tutta la dirigenza, superando mille ostacoli, portando le giuste deduzioni sulla bontà dell’operazione alla parte politica, che oggi, i massimi, convintamente, esprimevano con la sottoscrizione della convenzione, il buon lavoro fatto, nelle tantissime riunioni regionali in task force. Le OO.SS. con i soggetti in causa ci vede impegnati ancora per traguardare la fine della crisi aziendale attraverso purtroppo ulteriore cassa integrazione, equamente distribuita tra tutti i lavoratori. Occorre alla realizzare una strategia di sviluppo delle attività, come il progetto Cittadella della Ricerca, biblioteca provinciale e possibili altre attività che possano dare stabilità alla stessa Società e conseguentemente ai lavoratori addetti. Oggi è stato anche deliberato il bando di concorso per il reclutamento di 578 persone a tempo pieno e indeterminato per il potenziamento dei centri per l’impiego che auspichiamo ai lavoratori che hanno svolto per anni tali, come i dipendenti della Santa Teresa e i lavoratori degli Enti di formazione, trovino la stabilità occupazionale. Auspichiamo, così come chiesto dal sindacato e condiviso dal Presidente Caroli e dal Presidente della R.P., Michele Emiliano, un tavolo specifico sulle crisi del territorio di Brindisi e parlare di sviluppo della nostra cara Brindisi.

I Segretari Confederali Generali Territoriali

CGIL CISL UIL A.

MACCHIA A. CASTELLUCCI A. LICCHELLO Cicl.