Menu

Mesagne. “Sicurezza delle scuole, disponibile ad istituire un tavolo di confronto permanente”

matarrelli cand sindaco mar19In risposta alla lettera aperta indirizzatami

scuola media materdona - RIFACIMENTO FACCIATA 3da un gruppo di genitori, con la quale si chiedono chiarimenti circa la sicurezza degli edifici scolastici del Comune di Mesagne, rispondo provando a fornire un quadro sintetico e il più possibile dettagliato. Può essere utile ricordare che il nostro territorio comunale è stato classificato come zona sismica di livello 4, il più basso fra quelli previsti. In ragione di tale scarso rischio, tutti gli immobili – sia pubblici che privati – sono stati costruiti nel tempo senza tener conto di particolari accorgimenti antisismici. Dopo questa premessa, veniamo ai fatti: all’indomani del terremoto con epicentro in Albania, tutti i dirigenti scolastici delle scuole mesagnesi hanno inoltrato al Comune una richiesta di sopralluogo; i tecnici comunali si sono attivati per effettuare un controllo di tutte le strutture. Sulle Scuole elementari “Giovanni XXIII” e “Giosuè Carducci”, sulla Scuola media “Maja Materdona”, si sono concentrati i controlli più accurati, trattandosi dei complessi più datati e che si sviluppano in altezza. Di seguito gli interventi che l’attuale Amministrazione comunale ha garantito dall’insediamento e che gestirà, o potrebbe gestire, nel prossimo futuro: 

-    nel settembre scorso, il Comune ha provveduto alla manutenzione straordinaria dei solai delle scuole materne; 

-    entro marzo è previsto l’avvio dei lavori sulla “Maja Materdona”; l’intervento sarà possibile grazie ad un finanziamento ministeriale già ottenuto che consentirà  il rinforzo di solai e strutture portanti,  l'adozione di misure antincendio, il rifacimento dell’impiantistica elettrica;

-    un finanziamento ministeriale richiesto, del quale si è in attesa di conoscere le graduatorie, consentirebbe di intervenire sulla scuola “Giovanni XXIII” della quale, nel 2018, il Comune ha disposto la chiusura della palazzina “C” per motivi di sicurezza;

-    un piano di intervento già predisposto garantirà l’adeguamento delle uscite di sicurezze di alcune scuole quali, ad esempio, la scuola “Aldo Moro”.

Tra gli obiettivi di questa amministrazione, a partire dal bilancio di previsione 2020, c’è quello di dotare la nostra città di scuole sempre più sicure; è bene specificare che non si tratta di previsioni emergenziali ma piuttosto di interventi precauzionali. L’obiettivo è senz’altro quello di dotare di certificazione di agibilità tutti gli istituti scolastici. Ad oggi ne sono provviste la scuola “Carducci” e l’Asilo nido “Vincenzo Cavaliere”; si sta provvedendo per la scuola “Paolo Borsellino” e, laddove mancanti, si stanno esperendo tutti gli atti formali per dotare di quanto necessario. Tutto questo provando a recuperare, nel più breve tempo possibile, il ritardo accumulato negli anni passati. Non potendo ritenersi tale strumento di comunicazione esaustivo o approfondito, rispetto ad un argomento tanto delicato e complesso, a partire dalla prossima settimana l’Amministrazione comunale è pronta ad aprire un tavolo di confronto permanente sullo stato degli istituti. Garantiremo il coinvolgimento delle istituzioni scolastiche e dei rappresentanti dei genitori e degli studenti.

                                                                                                              Il sindaco di Mesagne

                                                                                                                      Toni Matarrelli

Torna in alto