Menu

Concorsi al Comune di Mesagne pasticciati

comune di mesagne ingressoContinua al Comune di Mesagne la saga dei concorsi pasticciati

e delle assunzioni perplessizzanti. Stavolta lo scorrimento rapido è toccato al concorso dei geometri: si concorre per un posto e se ne vincono due (per ora). Veniamo ai fatti e agli atti: il 20 dicembre 2018 si procedeva all’indizione di un concorso pubblico per titoli ed esami per l’assunzione di un (1) geometra sulla base del programma del fabbisogno del personale per il triennio 2018-2020 approvato dalla vecchia giunta. Il concorso viene regolarmente espletato, si conclude il 5 settembre 2019 e produce una graduatoria definitiva (che tanto definitiva non doveva essere perché viene rettificata il 20 settembre).molfetta pompeo el2015 Il 22 ottobre 2019 (determina n° 2116) il responsabile delle risorse umane (Segretario Generale) formalizza la conclusione dell’iter concorsuale, prende atto della graduatoria, decreta la vincitrice del posto messo a bando e annuncia che a breve le sarà formalizzata l’assunzione a tempo indeterminato come geometra da arruolare nel settore tecnico. Due giorni dopo (determina n° 2148) il Segretario Generale invece decreta l’assunzione non solo della vincitrice del concorso ma anche del secondo classificato, facendo riferimento al fatto che il nuovo piano triennale del fabbisogno del personale per il 2019-2021, come modificato dal Commissario Prefettizio, aveva portato a tre il numero di geometri che servirebbero al nostro comune. Costo annuo delle due assunzioni 64.500 euro circa. Considerazioni a margine: E’ la seconda volta, in brevissimo tempo che un concorso bandito per l’assunzione di una persona ne porta in dote una seconda. Ma mentre in precedenza per passare dall’assunzione di un istruttore amministrativo (categorie protette) a due, era intervenuta in fretta e furia la Giunta con una delibera “interpretativa”, questa volta il Segretario Generale, senza un esplicito atto d’ indirizzo politico, decide che a Mesagne servono due geometri, non uno come previsto dal bando originario e non tre come previsto nell’ultimo Piano del Fabbisogno del Personale. Sulla base di cosa? Chi decide quante persone bisogna assumere: l’organo politico o l’organo tecnico? O dipende da cosa produce la graduatoria? In questo caso la graduatoria decreta che il secondo classificato è un ragazzo bravo ma anche particolarmente fortunato poichè aveva già beneficiato di una consulenza a chiamata diretta affidatagli all’inizio della consigliatura per 5.000 euro ( verosimilmente replicate) per controllare i lavori di acqua e fogna nel centro storico. Come si sa la fortuna aiuta gli audaci. Chi invece è bravo ma non è audace per lavorare spesso deve emigrare… così va la vita ( sich!! ) Sarebbe auspicabile che oltre al Piano Triennale sul Fabbisogno del personale fosse anticipatamente reso noto qual è il nuovo Piano Assunzionale che questa amministrazione intende perseguire nel prossimo triennio, così che possiamo sapere in anticipo quante persone devono ancora esser sistemate ed in quali mansioni. Il Piano del Fabbisogno è uno strumento di programmazione e previsione mentre il Piano Assunzionale è lo strumento attuativo che serve per scandire nel tempo le assunzione in funzione delle necessità e delle risorse. Non è detto, infatti, che le carenze in pianta organica debbano esser coperte tutte subito o magari entro la prossima primavera, perché ci sono posti vacanti in tutti i settori, mentre la spesa per il personale è al limite del consentito e il bilancio generale dell’Ente è in disgrazia. …..O forse non è più così?(sich! sich!!) Questo benedetto Piano del Fabbisogno Assunzionale non prende pace. Qualche giorno fa la Giunta lo modifica nuovamente ( delibera n°93 del 30 ottobre 2019) prevedendo l’assunzione di un Istruttore Specialista di Vigilanza con contratto a termine per la durata della consigliatura, cui sarà demandato l’incarico dirigenziale e la posizione organizzativa di nuovo Comandante dei Vigili Urbani. Ricordo che il percorso avviato, ai sensi dell’art 110 comma 1 del TUEL, è molto vincolante poiché per attivarlo è necessario che non vi siano all’interno dell’ente figure professionali in grado di sostituire il Comandante ( e a me pare ce ne siano) e che la selezione fra chi ha qualifiche e requisiti per farlo sia espletata ad evidenza pubblica. Attenzione che la Corte dei Conti non è molto tenera con chi usa questo strumento con superficialità. Concludendo. Praticamente in questi primi sei mesi di consigliatura sono stati, o dovrebbero essere assunti, tre istruttori amministrativi cat.C1, due geometri cat. C1, una D1 istruttore contabile –ufficio tributi, oltre alle due unità dell’ufficio di staff del sindaco (cat.D1 e C1) ed al nuovo comandante dei Vigili cat. D1. C’è qualcuno, fra sindaco e assessori, che sta tenendo i conti della spesa? Buona fortuna dunque a chi ha vinto o a chi vincerà la lotteria. A chi resta fuori dico di non perdere la speranza perché di questo passo diventeremo un Comune a Statuto Speciale con possibilità assunzionali illimitate e chi se lo aspetta, prima o poi, avrà il suo posto al sole. 

Movimento Libero & Progressista
 
Torna in alto