Logo
Stampa questa pagina

In arrivo la cartella clinica elettronica

ospedale punto di primo intervento 1Con la delibera di Giunta regionale approvata pochi giorni fa la Sanità pugliese

compie un significativo passo in avanti verso il futuro, creando le condizioni per un miglioramento complessivo dei servizi resi ai cittadini. E’ stato approvato dal Governo regionale, infatti, su proposta del Presidente Michele Emiliano, il progetto relativo alla realizzazione della Cartella Clinica Elettronica nell’ambito del Servizio Sanitario Regionale Pugliese. Si tratta di un intervento progettato dalla società in house della Regione, “InnovaPuglia SpA”, del valore complessivo pari a 9 milioni e 760 mila euro, finanziato con le risorse FSC 2014-2020, nell’ambito del “Patto per la Puglia”, sottoscritto tra la Regione e il Governo centrale. L’obiettivo di questa iniziativa (che rientra nell’ambito del “Piano triennale di Sanità Digitale della Regione Puglia”) è quello di permettere l’adozione della cartella clinica elettronica in tutti gli ospedali e le strutture territoriali delle aziende pubbliche del Servizio Sanitario regionale, in modo da dare slancio al processo di dematerializzazione della documentazione sanitaria con l’implementazione del “fascicolo sanitario elettronico” quale metodo principale in grado di assicurare la presa in carico degli assistiti e la continuità dell’assistenza attraverso la condivisione immediata delle informazioni. In questo modo certamente si riuscirà a fornire prestazioni più efficaci e più celeri ai cittadini, assecondando la crescente domanda di buona sanità pubblica. Attualmente nelle aziende sanitarie pugliesi l’introduzione della Cartella Clinica Elettronica risulta disomogenea sia perché solo alcune ASL si sono dotate di tale strumento, sia perché in alcuni contesti la cartella clinica risulta utilizzata solo in alcuni ospedali o reparti, e spesso le soluzioni adottate non sono pienamente integrate nel contesto dei sistemi informativi aziendali e regionali. Questa disomogeneità delle situazioni ha rappresentato un ostacolo alla piena operatività nell’attuazione di questo vero e proprio “nuovo modello” di sanità pubblica che presenta, certamente, enormi potenzialità nell’ambito della gestione innovativa del processo diagnostico-terapeutico-assistenziale. L’obiettivo dell’intervento varato dalla Giunta regionale è, quindi, proprio quello di realizzare una Cartella Clinica Elettronica in linea con le principali innovazioni normative e tecniche in materia e, soprattutto, omogenea su tutto il territorio regionale, in modo da giungere, progressivamente, ad un unico strumento clinico per il singolo paziente e consentire, così, una sua più facile consultazione da parte delle strutture sanitarie, anche diverse, che dovessero prenderlo in cura nell’ambito del percorso diagnostico-terapeutico-assistenziale. La Cartella Clinica Elettronica si andrà ad inserire, quindi, nel contesto del Sistema Informativo Clinico dell’Azienda Sanitaria, interagendo con numerosi altri sistemi informativi (quali il CUP, l’anagrafe degli assistiti, il sistema di gestione delle richieste, quello di gestione del Blocco Operatorio o il sistema di archiviazione dei documenti clinici) e realizzando, in Puglia, un complesso e innovativo sistema sanitario in grado di rispondere più efficacemente e più tempestivamente alle esigenze dei cittadini, realizzando così un sistema sanitario migliore.

© 2012 Il Gazzettino di Brindisi - Quotidiano online di informazione regionale con la cronaca in tempo reale, 24h su 24h
Registro stampa Tribunale di Brindisi 01/2006 - Direttore Tranquillino Cavallo
Realizzato da Medì s.r.l. - Amministrazione