Logo
Stampa questa pagina

Mesagne. Incontro tra il Sindaco e gli attivisti del Movimento 5 Stelle In evidenza

m5s logo mar16Nell’incontro avvenuto oggi nella casa Comunale col Sindaco, incontro caratterizzato da un clima di estrema cordialità, il M5S ha voluto portare all’attenzione dello stesso alcune criticità riguardo al Territorio, al Traffico e alle prospettive di sviluppo del nostro Centro Storico.

Traffico e Territorio: abbiamo presentato un voluminoso dossier redatto da un gruppo di cittadini residenti in via Epifanio Ferdinando che lamentano lattuale dissesto del lastricato in chianchedovuto al pesante carico di traffico ed alla velocità con cui gli automezzi percorrono la via, situazione che si protrae ormai da più di 10 anni; la questione è strettamente legata al mancato completamento della circonvallazione a sud del nostro abitato, circonvallazione nata proprio con l’intento di alleggerire tale traffico, ma tuttora inefficace perché non completata. Abbiamo invitato il sindaco ad intervenire nelle sedi preposte, la Provincia in primis, per far sì che tale problema venga risolto quanto prima. L’inquinamento da benzopirene nella zona sud di Mesagne è a livello ormai insostenibile.

Il Sindaco ci ha riferito  che il  completamento della circonvallazione è stato uno degli argomenti dell’ultimo incontro in Provincia, e che il problema è in fase di risoluzione, e quanto prima i lavori saranno completati. Urge inoltre porre dei limiti di velocità nei tratti lastricati in pietra. Di questo problema se ne occuperà il nuovo comandante dei vigili urbani, per una mera questione di competenze riguardo al Codice della Strada. Una delle soluzioni immediate potrebbe essere quella di segnare lo spazio per i pedoni con delle paline in acciaio che, restringendo la sede stradale, obblighi i veicoli a rallentare.

Abbiamo proposto che nel  frattempo si possa dotare almeno l’ingresso da Torre S. Susanna di cartelli con l’indicazione della Zona Commerciale, che invitino gli automobilisti provenienti da Torre, Erchie e paesi limitrofi a percorrere la circonvallazione ovest verso la superstrada per raggiungere detta zona, invece di attraversare la città. Per fare questo il sindaco dovrà prima verificare che la circonvallazione ovest sia stata già collaudata.

Sempre per via Torre abbiamo presentato la proposta di una rotonda nei pressi di via Foggia, davanti al supermercato, dove si registrano frequenti incidenti a causa del convergere disordinato di varie strade. Il sindaco ha appuntato sugli stessi elaborati presentati la necessità di dover procedere all’acquisizione del relitto che impedisce la visuale completa dello snodo di traffico, nonché il nostro suggerimento di spostare l’ingresso all’Eurospin da via Torre sulla via laterale. 

Per le altre entrate, da San Donaci e da San Pancrazio, bisogna fare in modo che il traffico venga indirizzato su Viale Indipendenza.

Decoro e manutenzione degli spazi liberi e/o abbandonati alla periferia di Mesagne; il caso limite di via Etna, dove un lotto non recintato ed in stato di completo abbandono fa da ricettacolo a colonie di ratti,  spazzatura e rifiuti edilizi, ponendo gravi questioni di igiene, porta alla luce un problema che va affrontato quanto prima, relativo al più generale decoro della nostra cittadina.

Per il lotto non recintato il sindaco ci ha assicurato che, dopo aver provveduto alla necessaria ed ennesima diffida del proprietario, passati i termini di risposta si attuerà la pulizia del lotto con procedimento in danno al proprietario. Relativamente alla generale gestione dei rifiuti ed al decoro urbano il sindaco ha fatto presente che l’attuale regolamento comunale è lacunoso in molte sue parti e che quindi andrà    rivisto e riformulato, e che la ditta incaricata si è dimostrata non interessata al rinnovo del contratto, e quindi si potrà ricercarne una  più efficiente nella gestione dei rifiuti, e rivedere ovviamente anche i termini e le condizioni fino ad ora in qualche modo subìte nei regimi di prorogatio.

Abbiamo chiesto al sindaco di aver contezza dei vari percettori del Reddito di Cittadinanza, e poterli così impiegare nelle ore stabilite per legge a disposizione dell’amministrazione comunale, appena sarà attivo il decreto attuativo. La nostra città ha bisogno di tanti piccoli interventi, ma determinanti nella percezione di un generale senso di decoro e pulizia. Proposta accolta con piacere dal sindaco, dal momento che, stante la penuria di fondi comunali, la possibilità di impiegare le ore dei percettori di reddito per attività utili all’amministrazione comunale è, in questo momento, una vera manna dal cielo. 

Centro Storico: finita l’estate, è ormai constatazione comune che il nostro centro antico quest’anno è andato quasi vicino al collasso, a causa dell’ingente afflusso turistico. Urge pensare a nuovi spazi di accoglienza ad un flusso che non potrà, si spera,  che aumentare la prossima stagione. Per questo abbiamo proposto l’acquisizione da parte del Comune dello stabile della ex Cassa di Risparmio e procedere alla sua demolizione, creando una nuova piazza nel lato est del centro storico, zona oggi non particolarmente attrattiva. In subordine, non volendo procedere alla sua demolizione, si è proposto il riuso dello stabile a fini pubblici, magari un ampliamento della Biblioteca, visto che a breve quella esistente sarà interessata da una radicale ristrutturazione negli spazi e nel suo uso, diventando “Casa delle Storie”.

Purtroppo, ci riferisce il sindaco che l’immobile è stato venduto ad una società che intende investire a Mesagne; il dato positivo è che la società è disposta a seguire le indicazioni dell’amministrazione comunale, e quindi c’è la possibilità di rendere meno impattante l’edificio, magari prescrivendo la creazione di portici al piano terra dell’edificio stesso.  

Ridisegno della “Porta Grande”: abbiamo inoltre presentato ufficialmente la proposta di ridisegno della Piazza Vittorio Emanuele, scaturita dai sondaggi tra i nostri concittadini durante l’ultima campagna elettorale.L’idea del sindaco, che ha accolto favorevolmente la proposta, è quella di coinvolgere la ditta che attualmente segue i lavori per i nuovi impianti idrici e fognanti del centro storico, con costi minimi, dal momento che la stessa ditta dovrà rimettere ordine alla piazza attualmente usata come deposito del materiale, e che il progetto prevede prevalentemente movimenti di terra per la formazione del giardino gradonato. Insieme a queste proposte è stato rilevato come a tutt’oggi la Commissione Territorio non sia stata ancora convocata, mentre appare quanto mai urgente pensare al futuro assetto della città, e quanto sia necessario mettere mano al nuovo Piano Urbanistico Generale. Di questo problema verrà investito il presidente della II commissione. 

Stalli blu per parcheggio a pagamento: è opinione generale che ce ne siano troppi in città, e spesso non accompagnati da corrispettivi stalli gratuiti, come stabilito dalla legge. Finita la stagione estiva, quando è necessario calmierare l’accesso al centro con un sistema ampio di parcheggi a pagamento, si potrebbe diminuire la percentuale di questi per permettere ai concittadini di potersi muovere con meno timori di incappare nelle multe.Della questione se ne potrà riparlare alla scadenza del contratto con la ditta attuale, ereditata dalla precedente amministrazione. In quella occasione si avrà modo di ridiscutere i termini e le condizioni della fornitura del servizio.

Ringraziamo quindi il sindaco per la sua disponibilità e la volontà che ci accomuna, quella di rendere la nostra città più accogliente e decorosa  prima di tutto per noi cittadini.

Il Movimento 5 Stelle di Mesagne

Ultima modifica ilVenerdì, 27 Settembre 2019 19:17

Ultimi da Redazione

© 2012 Il Gazzettino di Brindisi - Quotidiano online di informazione regionale con la cronaca in tempo reale, 24h su 24h
Registro stampa Tribunale di Brindisi 01/2006 - Direttore Tranquillino Cavallo
Realizzato da Medì s.r.l. - Amministrazione