Menu

Matarelli Sindaco, un voto di buonsenso

capodieci antonio(Breve riflessione sul voto di domenica prossima, di Antonio Capodieci).

Domenica prossima sceglieremo il nostro Sindaco, due i possibili scenari: Se vince Rosanna Saracino, che però parte sfavorita visti i 3000 voti in meno dell’avversario, si aprirà una fase di incertezza. Questa dovrà cercare in Consiglio Comunale la maggioranza e chiedere l’appoggio dei consiglieri di Insintonia!


Quanto durerà questa fase? L’estate che è già arrivata! Quale programma dovrà attuare? Come sarà composta la giunta? E come farà, ad esempio, Pompeo Molfetta a ritrovarsi di nuovo dalla stessa parte di coloro che lo hanno sfiduciato poco tempo fa? Quale ragionevole garanzia di un governo stabile avremo? Nessuna. Se le cose andranno male, di chi sarà la colpa? Della Sindaca? Della maggioranza? Tutte domande a cui non è possibile dare una risposta.

Se vince Toni Matarrelli, che ha sfiorato la vittoria al primo turno con oltre 7000 voti, la settimana prossima avremo la nuova giunta e potranno iniziare a lavorare immediatamente. La maggioranza in Consiglio Comunale è stata scelta dai cittadini ed è, almeno apparentemente, solida. Il programma è noto. Dovranno solo lavorare. Non vi saranno alibi, non vi saranno scuse, soprattutto per Matarrelli che si assume, personalmente, una enorme responsabilità.

Non vi sarà né un Sindaco che lavora contro la sua maggioranza né un assessore incompetente. Avranno tutte le condizioni per lavorare bene. Se le cose non andranno come ci aspettiamo tra 5 anni li manderemo a casa. Semplice, chiaro e democratico. Ed è, anche per questo motivo, che credo che sia una cosa di buonsenso votare Matarrelli come Sindaco di Mesagne.

Antonio Capodieci

p.s
Aggiungo che ho creduto da subito nella bontà del progetto Insintonia ma nel caso questo mi deludesse non esiterei un istante a fare ammenda e a criticarlo. Solo gli stupidi non cambiano mai idea!

Ultima modifica ilMartedì, 04 Giugno 2019 09:37
Torna in alto