Menu

Elezioni: sulla scheda Matarrelli a destra Saracino a sinistra

scheda-di-voto-amministrative-2019Ieri mattina i giochi elettorali si sono chiusi anche a Mesagne.

Come anticipato non è stato presentato nessun apparentamento. I due candidati sindaco sfidanti, Toni Matarrelli, per la coalizione “Insintonia” composta da nove liste civiche, e Rosanna Saracino, della coalizione “Tutta un’altra storia”, Pd e quattro liste civiche, andranno al voto contando sulle proprie forze. Ieri pomeriggio, presso l’ufficio elettorale del Comune di Mesagne c’è stato il sorteggio per la collocazione dei candidati sulla scheda elettorale. A sinistra ci sarà Rosanna Saracino a destra Toni Matarrelli. Intanto, questa sera alle ore 21,15 i mesagnesi potranno seguire un confronto tra i candidati sindaco stando comodamente seduti in casa davanti al televisore. Canale 85, infatti, trasmetterà un talk show condotto dal giornalista Gianni Cannalire. Matarrelli e Saracino avranno tre minuti a testa, regolati da un timer, per rispondere alle domande che il conduttore porrà loro. Intanto, si moltiplicano gli appelli per non disertare il voto. “Sono di parte, lo riconosco. Sostengo Toni Matarrelli a sindaco della nostra città. Lo faccio con la consapevolezza che la nostra città abbisogna di un sindaco autorevole, capace, inclusivo, determinato e sensibile”, ha detto Gino Vizzino, già consigliere comunale eletto lo scorso 26 maggio-. Non ci sono persone perfette, non esistono politici ed amministratori competenti in ogni settore. I limiti sono una condizione umana e Toni Matarrelli, come ognuno di noi, ha vizi e virtù; positività e negatività; amici e nemici. Per questo, e per la consapevolezza che ho che Mesagne è una città complessa, che amministrarla sarà complicatissimo e che molte delle questioni aperte sarà difficile poterle risolverle, che penso che Toni sia la persona giusta per guidarla in questo momento storico”. Vizzino ha, quindi, aggiunto: “E non solo perché può già contare su una maggioranza consiliare, che gli assicura la necessaria stabilità, ma anche e soprattutto perché riconosco in lui le caratteristiche di determinazione, coinvolgimento e sacrificio, necessari per non arrendersi dinanzi alle molteplici difficoltà che comporta guidare un Comune oggi non disponendo delle risorse necessarie e per darle una prospettiva di serenità e prosperità”. Infine, il consigliere Vizzino ha invitato il suo elettorato ad andare “avanti con questo progetto, con Toni ed i consiglieri comunali eletti, con tutta la città in questa impegnativa ed entusiasmante azione di buon governo e di buone pratiche di cui si avverte l’assoluta bisogno. Io ci sono stato, ci sono e ci sarò a spronare, a sollecitare, a stimolare la nuova amministrazione a fare ciò che la città si aspetta dalla politica”. Anche Rosanna Saracino ha invitato i suoi elettori a non disertare le urne domenica prossima. “Siamo al rush finale”, ha detto -. Negli ultimi giorni il richiamo è al voto libero, pensando alla città, alle idee che abbiamo proposto. Una città bella come Mesagne non si governa solo con i numeri ma con la buona politica, con le buone idee e con l’amore vero per la città. Io credo di avere belle idee e sono certa di amare questa citta. Perciò vi chiedo un ulteriore sforzo, un sostegno possibile: il 9 giugno segnate la croce sul mio nome: Rosanna Saracino sindaco della città”. 

Torna in alto