Menu

Calabrese: sul tema della legalità è piombato un imbarazzante silenzio

calabrese cand sind 2019Dopo “l’euforia” del momento sulla questione legalità è calato il silenzio: Si faccia il confronto sui percorsi di legalità e si apra una finestra di discussione sulla sanità.

Spiace constatare che dopo la reazione “emotiva” successiva all’episodio vandalico perpetrato nei confronti dell’Apulia Diagnostic, sul tema della Legalità è piombato un imbarazzante silenzio! C’è chi aveva proposto manifestazioni, incontri, dibattiti, a ciascuno dei quali non ci siamo mai sottratti, al contrario avevamo invitato tutti gli altri candidati Sindaci - atteso che il tema della legalità non può avere etichette partitiche o associazionistiche – ad organizzare insieme un momento di confronto pubblico. A tal proposito, nei giorni scorsi, abbiamo registrato la sola adesione del candidato Matarrelli. Dunque, auspicando che anche gli altri tre candidati vorranno aderire, riteniamo utile fissare una data. Da parte nostra vi è la disponibilità già da domani per il confronto in parola. Il principio di legalità, infatti, deve accompagnare quotidianamente l’agire politico di un buon amministratore e siamo persuasi dal fatto che è molto interessante comprendere quali azioni il futuro sindaco vorrà mettere in campo sul versante dei percorsi di legalità.

Necessario anche, attese le dichiarazioni ed ultime proposte dello stesso Matarrelli sul PTA di Mesagne, procedere ad un dibattito sulla sanità locale – in verità da noi già proposto circa due settimane fa - dove ogni candidato potrà confrontarsi su un tema che sta a cuore a tanti cittadini e che riguarda uno dei più importanti diritti costituzionalmente garantiti: il diritto alla salute. Ciò, a nostro avviso, potrà avvenire durante l’incontro di cui sopra, dedicando una apposita finestra all’argomento.  

Antonio Calabrese - candidato Sindaco coalizione Mesagne in comune

Ultima modifica ilDomenica, 12 Maggio 2019 14:37
Torna in alto