Menu

L'europarlamentare Elena Gentile sostiene Rosanna Saracino In evidenza

elena gentileE’ stata una giornata piena di appuntamenti

gentile elena e saracino rosannacomitato elettorale saracino rosannaquella di ieri per l’europarlamentare Elena Gentile e per la candidata sindaca del Comune di Mesagne, Rosanna Saracino, che si sono districati tra vari appuntamenti con i loro elettori. Entrambi hanno stemperato i toni polemici dei giorni scorsi con il governatore Michele Emiliano su quello che ormai è conosciuto come il “Caso Mesagne”: la contestazione all’avvocata Rosanna Saracino, candidata sindaca del Pd per il centrosinistra, legale di difesa di alcuni esponenti della Scu. La deputata ha chiarito subito di non voler alimentare le polemiche dei giorni scorsi. “Noi vogliamo affrontare questa campagna elettorale con il sorriso sulle labbra – ha spiegato Elena Gentile - non vogliamo polemiche perché non ci interessano i conflitti. Rosanna ha un’idea di città che va sostenuta e accompagnata. Noi siamo donne e vogliamo fare politica in maniera differente. Dunque, no ai conflitti, no alle polemiche, no al chiacchiericcio di strada”. Quindi la deputata ha spiegato che la città di Mesagne entra a pieno titolo nella progettazione di città ispirata dall’Europa. “Abbiamo un progetto di città ben preciso – ha detto la Gentile -. L’Europa può essere certamente un riferimento di questa visione di città. Purtroppo devo anche dire che i cittadini sanno poco di quello che fa l’Europa perché oggi è difficile comunicare in quanto si colgono sempre gli aspetti polemici, di conflitto, invece in questi anni nel Parlamento europeo abbiamo lavorato per il welfare, per il sociale, per l’ambiente, per la sostenibilità, per i giovani, per le donne per i bambini”. Ed ha aggiunto: La scelta ambientalista e la decarbonizzazione è netta e inequivocabile. Noi siamo per l’ambiente sostenibile guardando alla qualità della vita delle persone”. Per l’europarlamentare “l’Europa è già cambiata e non ha bisogno di stravolgimenti se non un processo di semplificazione e umanizzazione. E’ un contenitore nato quando c’erano pochi membri e che oggi è diventato piuttosto articolato. L’Europa ha garantito 62 anni di pace e penso che la pace, e il no alla guerra e ai conflitti, sia uno dei valori centrali nella vita di ognuno”. E sulla vicenda delle accuse mosse dal governatore Emiliano nei confronti della candidata sindaca, Rosanna Saracino, c’è un intervento del segretario regionale del Partito democratico, Marco Lacarra, che ha fornito appoggio incondizionato del partito alla Saracino e che ha assicurato a breve la sua presenza a Mesagne per sostenerla durante la competizione elettorale. Assicurazioni che ha fornito all’ex deputata Elisa Mariano che aveva chiesto la posizione ufficiale del partito su questa triste pagina di storia politica. Con le assicurazioni di Lacarra l’intero Pd si è strinto intorno alla sua candidata sindaca. Lo stesso Emiliano aveva postato su Facebook una nota per chiudere la vicenda dicendosi “addolorato” per l’uso che sarebbe stato fatto dalle sue affermazioni: “Sono particolarmente addolorato delle polemiche che si sono scatenate dopo la pubblicazione su questa pagina di un articolo di stampa nel quale si annunciava la candidatura a sindaco di Mesagne di Tony Matarrelli. Non ho aggiunto nessuna osservazione personale all’articolo, eppure questo solo fatto ha scatenato una reazione negativa da parte dei sostenitori dell’altro candidato del centrosinistra l’avvocato Saracino”.  

Torna in alto