Menu

E' donna il secondo candidato sindaco al Comune di Mesagne In evidenza

saracino-rosannaInizia a delinearsi a Mesagne il quadro politico

per le consultazioni elettorali del prossimo 26 maggio. Due le novità delle ultime ore. La prima è che Il Partito democratico, LeU e il movimento “Molfetta” hanno scelto il proprio candidato sindaco. Si tratta di Rosanna Saracino, già consigliere comunale in forza al Pd, avvocatessa, professionista stimata e apprezzata non solo nell’area politica di sua appartenenza. L’investitura ufficiale della Saracino sarà fatta in un momento pubblico che il gruppo sta programmando. In ogni modo, da questa coalizione si è sfilata l’associazione “La M” poiché, a loro dire, non hanno visto in questa aggregazione nessun elemento di novità, anzi hanno trovato vecchie logiche ritenute superate e perdenti. La seconda novità è che la coalizione di centrodestra, composta da Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Direzione Italia, Mesagne Moderata e Movimento nazionale, ha deciso di svolgere, il prossimo 24 marzo, le primarie per l’individuazione del candidato sindaco tra Carmine Dimastrodonato e Walter Zezza. L’intenzione è chiara: “sgombrare il campo da pregiudizi ed ingerenze politiche per permettere a tutti gli elettori di centrodestra di scegliere liberamente il candidato sindaco che preferiscono”. “Vogliamo ricostruire una nuova Mesagne e per questo invitiamo a far parte del nostro progetto tutte le persone e le associazioni che si rispecchiano nei valori del centrodestra e che vogliono dare un contributo con la loro esperienza sul territorio e con le proprie idee”, hanno chiosato i coordinatori Luca Romano per la Lega, Andrea Semeraro per Forza Italia, Giancarlo Facecchia per Fratelli d’Italia, Pieraldo Depunzio per Direzione Italia, Mauro Devincenti per Mesagne Moderata e Massimo Addis per il Movimento Nazionale per la Sovranità. I coordinatori auspicano di “collaborare tutti insieme alla costruzione di un programma politico amministrativo che metta al centro il bene della città e dei suoi cittadini, per ridarle il lustro che merita”. Infine, hanno invitato “gli elettori e simpatizzanti del centrodestra a partecipare al voto delle primarie previsto per il 24 marzo”. Così, mentre il terzo candidato sindaco, Antonio Calabrese, è alle prese con la costituzione delle liste a suo supporto il Movimento 5 stelle questa sera alle ore 19, nella sede di piazza IV novembre, incontrerà i simpatizzanti. L’incontro sarà guidato, come ogni venerdì, dall’onorevole Gianluca Aresta. Infine, sabato pomeriggio è previsto un incontro della commissione grillina incaricata alla formazione della lista. Al momento non è stato individuato nessun candidato sindaco. Infine, c’è la corrazzata delle liste civiche, con ben otto all’attivo, che sembra essersi messa in stand by per constatare l’evolversi degli eventi. Qui non è stato ancora individuato il candidato sindaco, anche se in moti giurano che possa essere scelto l’ex deputato Toni Matarrelli. Ma in lizza, anche se loro negano, potrebbero esserci o l’attuale coordinatore, Marco Calò, oppure l’ex assessore alle Attività produttive con l’Amministrazione Molfetta, Anna Maria Scalera. “Il nome del candidato sindaco verrà da sé – ha detto il coordinatore, Marco Calò – probabilmente già nella prossima settimana. Non abbiamo questa frenesia, questa necessità così impellente. Al momento stiamo svolgendo un grande lavoro di aggregazione e siamo particolarmente contenti degli apprezzamenti che ci giungono da più parti.  

Ultima modifica ilVenerdì, 01 Marzo 2019 11:47
Torna in alto