Menu

Mesagne. I sindacati contestano all’A.C. la violazione degli obblighi di informativa e confronto

2019-01-08 150909OGGETTO: Inadeguata informativa e totale assenza di confronto con le OO.SS. in materia di Riorganizzazione dei Servizi e degli Uffici, di Piani di Fabbisogno del Personale e del relativo Reclutamento - Attività antisindacale.

La Rappresentanza Sindacale Unitaria RSU del Comune di Mesagne e le Rappresentanze territoriali delle OO.SS. del Comparto Funzioni locali CSA, CGIL e UIL, oltre alla piena condivisione espressa da parte del DICCAP e CISL, contestano all’Amministrazione Comunale di Mesagne la violazione degli obblighi di informativa e confronto con le Organizzazioni Sindacali, specificatamente previsti dal contratto collettivo e dalle norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche, in materia di organizzazione e disciplina degli uffici e dotazioni organiche nonché di razionalizzazione della spesa.

Preso Atto che il Comune di Mesagne ha bandito n.2 Concorsi per titoli ed esami per l’assunzione a tempo pieno ed indeterminato di n.1 Istruttore Tecnico – Geometra cat. C e n. 1 Istruttore direttivo amministrativo contabile cat. D. Altresì, ha conferito un incarico di collaborazione a titolo gratuito ad una dipendente appena andata in pensione.

Considerato che l’Amministrazione Comunale di Mesagne rimane disinteressata alle molteplici sollecitazioni delle Organizzazioni Sindacali di valorizzare le risorse interne di cui dispone ed aumenta la spesa del personale bandendo “urgenti” concorsi esterni anziché definire in maniera partecipata il reale fabbisogno e ragionare in termini di necessità effettive. Inoltre, per dare parvenza di essere parsimoniosa e per coprire le proprie lacune, utilizza come “salvagente” una dipendente appena andata in pensione, affidandole un incarico a “titolo gratuito” illegittimamente (vedi Deliberazione Corte dei Conti- Sez. Regionale di Controllo per la Campania 9/11/2016 n.PAR/244/2016).

Si ritiene opportuno, tuttavia, precisare che le scriventi OO.SS. non sono assolutamente contrarie alle assunzioni esterne ma tali soluzioni devono scaturire dopo l’attività di programmazione dei fabbisogni e l’analisi degli assetti organizzativi che deve contemplare la partecipazione sindacale ed una sempre maggiore valorizzazione del personale interno, in osservanza delle “Linee di indirizzo per la predisposizione dei piani dei fabbisogni di personale da parte delle PA” adottate dal Ministro per la Pubblica Amministrazione.

Con le decisioni innanzi citate l’Amministrazione Comunale di Mesagne demotiva il personale interno che svolge mansioni superiori incentivandolo a ricorrere in sede giudiziaria per vedersi riconoscere i propri diritti e, come già avvenuto in molti casi, questo comportamento provoca nuovamente lo sperpero di danaro pubblico visti gli ultimi esborsi da parte del Comune effettuati nei confronti di propri dipendenti ricorrenti che a suo tempo hanno presentato vertenze lavorative appunto per riconoscimento di mansioni superiori e che altri in futuro intendono presentare.

Da tali provvedimenti, unilaterali ed illegittimi, si palesa il fallimento dell’Amministrazione Comunale in merito alla Riorganizzazione dei Servizi e degli Uffici oltre alla totale assenza di programmazione e di percorsi di riallocazione del personale per una razionale ottimizzazione dei compiti direttamente connessi con le attività istituzionali e dei servizi da rendere all'utenza.

Per le motivazioni innanzi esposte, le scriventi OO.SS.

Per tutto quanto innanzi le scriventi OO.SS. rilevato che:

La controversa Deliberazione di Giunta Comunale N.170 del 14/07/2016 “Approvazione della Riorganizzazione Struttura Amministrativa del Comune di Mesagne” non ha prodotto una maggiore efficienza, efficacia, semplificazione burocratica né, fatto ancora più grave, ha motivato il personale;

CONTESTANO

il merito e le modalità con cui si è giunti:

* alla deliberazione di Giunta Comunale n.42 del 28/02/2018 “Programmazione triennale del Fabbisogno di Personale integrata dalla Deliberazione di Giunta Municipale n.156 del 29/08/2018 recante l’aggiornamento del piano triennale del fabbisogno di personale 2018/2020”;

* ai Bandi di Concorsi per titoli ed esami per l’assunzione a tempo pieno ed indeterminato di n.1 Istruttore Tecnico – Geometra cat. C e n. 1 Istruttore direttivo amministrativo contabile cat. D;

* alla Deliberazione di Giunta Comunale n.227 del 13/12/2018 “Conferimento incarico di Collaborazione a titolo gratuito a dipendente in quiescenza”.

CHIEDONO

* la revoca dei Bandi di Concorso;

* la convocazione di una urgente Delegazione Trattante per predisporre una nuova Riorganizzazione partecipata della Struttura Amministrativa ed il Piano triennale di Fabbisogno del personale 2019/2021.

In mancanza di un celere riscontro, tale documento è da considerarsi come formale diffida per comportamento antisindacale ai sensi dell’art. 28 della L. 300/70.

LA R.S.U. DEL COMUNE DI MESAGNE                          LE SEGRETERIE TERRITORIALI

Ultima modifica ilMartedì, 08 Gennaio 2019 15:10
Torna in alto