Menu

Mesagne. Il Pd preoccupato sulla Zes, Vizzino li rassicura

vizzino mauro ott 2016Pressing del Partito democratico di Mesagne sull’Amministrazione comunale

affinché tenti di tutto per rientrare nelle Zone economiche speciali della Regione Puglia. Mettendo da parte le attuali difficoltà politiche e lavorando per questo prestigioso obbiettivo. “È il caso di ricordare – ha spiegato Francesco Rogoli, segretario del Pd mesagnese - che i vantaggi per le imprese del nostro territorio sarebbero significativi, dalle agevolazioni alle semplificazioni degli adempimenti, per non parlare dei nuovi investimenti che si potrebbero attrarre moltiplicando le occasioni di sviluppo e di nuova occupazione”. Per il segretario la città di Mesagne “presenta tutte le caratteristiche per entrare nel recinto delle Zes essendo, di fatto, una delle aree più prossime al porto e per la quantità e la qualità degli insediamenti produttivi che insistono nel nostro territorio”. Rogoli sa bene che “nessuno può assicurare la certezza del risultato, ma non utilizzare questa ulteriore occasione rappresenterebbe per l’Amministrazione comunale e per i rappresentanti istituzionali impegnati a livello regionale e nazionale una grave responsabilità”. Il segretario ha assicurato che il “Partito democratico è pronto a fare la sua parte e auspica che la crisi amministrativa, che per ora riempie le cronache quotidiane senza essere formalizzata né dalla maggioranza né dal sindaco, non arrechi ulteriori danni alla città facendole perdere occasioni come questa”. “Apprezziamo l’invito del Partito democratico di Mesagne e assicuriamo che, in raccordo con l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Roberto D’Ancona, siamo già da tempo al lavoro con gli uffici regionali competenti per individuare la soluzione in grado di poter far rientrare la città nelle aree Zes dell’Adriatico non ancora delimitate”, ha spiegato Mauro Vizzino, consigliere regionale e presidente commissione Ambiente della Regione Puglia, che ha così concluso: ““Siamo ben consapevoli dell’importanza di questa opportunità per lo sviluppo del territorio di Mesagne grazie ai nuovi investimenti che si potrebbero attrarre con i vantaggi fiscali previsti e non la stiamo perdendo, anzi siamo sempre stati attenti a seguire lo sviluppo dell’intera questione nei vari passaggi in difesa del nostro territorio che merita rispetto e considerazione”.  

Torna in alto