Menu

Mesagne. Le prime dichiarazioni del neodeputato Gianluca Aresta, M5S In evidenza

aresta giovanni lucaLa città di Mesagne ha un suo deputato.

E' Giovanni Luca Aresta, 44 anni, di professione avvocato, candidato nel collegio uninominale di Francavilla Fontana, in forza al Movimento 5 Stelle eletto grazie alla marea di voti che i grillini sono riusciti ad ottenere in tutta Italia. Da alcuni anni Aresta collabora stabilmente con il postulatore presso la Congregazione delle Cause dei Santi dello Stato del Vaticano nella causa di beatificazione e canonizzazione di, Aldo Moro, in qualità di giurista e cultore dello statista. Per il contributo culturale dato a sostegno della causa di beatificazione e canonizzazione ha ricevuto nel 2016 il premio per il 100° anno dalla nascita di Aldo Moro e nel dicembre 2017 l’alto riconoscimento per i diritti civili e l’impegno sociale “Il Pensatore”, promosso dall'Accademia Italia in Arte nel mondo, omaggio ad Auguste Rodin. Il motto che Aresta si è dato, all'inizio della sua campagna elettorale, è stato quello di voler correre per “migliorare la qualità della vita degli italiani”. Se lo farà lo si vedrà nei prossimi mesi. Intanto lui, sposato e padre di due bimbi, in queste ore invece di godersi un meritato riposo post elettorale sta partecipando freneticamente agli incontri che la direzione provinciale e regionale del Movimento 5 Stelle sta tenendo per analizzare gli esiti, e soprattutto gli effetti, del voto. Peraltro il neo deputato ha ottenuto una vittoria schiacciante, ha sfiorato infatti il 50 per cento dei consensi, proprio nella sua città natale dove, al contrario, l'elettorato ha sonoramente bocciato i partiti tradizionali. In primis le espressioni di centrosinistra. «Ho dato la mia disponibilità perché siamo giunti a un momento storico davvero importante per il nostro Paese», ha esordito il neo deputato mentre nel suo studio prepara gli atti che porterà nell'incontro della direzione. «La nostra terra - ha aggiunto - si presente in macerie. Sono consapevole come oggigiorno non servono a nessuno le false illusioni elettorali ma valide manovre economiche espansive come lo sono il reddito e la pensione di cittadinanza, investimenti in nuove attività lavorative in grado di azionare quel moltiplicatore economico di cui il nostro Paese ha un disperato bisogno». Non è tutto poiché Aresta è ben cosciente dei disagi dei cittadini della Regione Puglia dove, ad esempio, le liste d’attesa per gli esami sanitari sono lunghissime. "Si assiste - ha spiegato - a un progressivo depauperamento della Sanità pubblica a vantaggio dei privati. Non è tutto. Le scuole sono poco efficienti strutturalmente ma anche nella programmazione che non ha tra gli obiettivi la promozione della interdisciplinarietà, con progetti che mirino a realizzare un miglioramento della realtà circostante. I trasporti sono inefficienti e pericolosi». E che dire poi delle «scellerate politiche internazionali che hanno generato un'immigrazione incontrollata che ha prodotto una guerra tra poveri tra coloro che fuggono e gli italiani vittime delle politiche d’austerity imposte da Bruxelles», ha tenuto a mettere in evidenza Aresta. Infine, il neo parlamentare ha assicurato che «mi sforzerò di portare lo spirito del Vangelo in Parlamento, porterò il mio Popolo, anche e soprattutto chi non mi ha votato, porterò il nostro sud e i genuini valori di questa terra». Ieri mattina al neo deputato sono giunti gli auguri del sindaco di Mesagne, Pompeo Molfetta: «A nome mio personale e dell’intera Amministrazione comunale esprimo felicitazioni all’avvocato Giovanni Luca Aresta per la sua elezione a Deputato della Repubblica, augurandogli buon lavoro. Ringrazio, altresì, l’onorevole Toni Matarrelli per l’impegno, la competenza e la passione con cui ha servito la nostra città ed il territorio in questi anni».

Ultima modifica ilMartedì, 06 Marzo 2018 09:09
Torna in alto