Menu

A Mesagne manifestazione contro la strage siriana e le guerre In evidenza

siria morti con gasDomenica delle Palme dalle 11 alle 13 in Villa Comunale

sotto la colonna votiva Uniti contro le stragi e le guerre, per la pace accanto a tutte le vittime dell’ingiustizia. I mezzi di comunicazione sociale vanno diffondendo nel mondo le immagini spaventose e orrende dell’ennesima sanguinosa strage, quella di Idlib in Siria, esponendoci sempre più al rischio di una assuefazione che sembra ormai diventare rassegnata accettazione di un ordine mondiale considerato incontrovertibile, segnato dalla violenza, dal sopruso e dalla morte. Non vogliamo arrenderci! Le nostre coscienze non vogliono arrendersi! Né vogliamo più esprimere il nostro cordoglio, la nostra indignazione, il nostro sgomento nel chiuso delle nostre abitazioni o soltanto pubblicando post sui social. E’ nostro dovere dare voce corale in luoghi pubblici reali al nostro sdegno, far risuonare il nostro dolore ed elevare la nostra protesta perché si rompa questa spirale di morte che produce distruzioni, miseria e vittime: un numero insopportabile di essere umani che perdono la vita in casa loro o, peggio ancora, durante la disperata fuga verso un orizzonte che spesso si rivela ancora più amaro. Invitiamo a vincere l’indifferenza, lo scetticismo e la rassegnazione di casa nostra; vogliamo unirci a coloro che – pure in solitudine – non hanno mai smesso di tenere acceso nelle nostre comunità il lume della solidarietà internazionale, coinvolgere tutti coloro che condividono questa esigenza di manifestare le nostre reazioni attraverso gesti pubblici e visibili. Chiediamo pertanto a tutti coloro che volessero accogliere questo invito di ritrovarci a Mesagne, in Villa Comunale sotto la colonna votiva, il prossimo 9 aprile 2017, Domenica delle Palme, dalle 11 alle 13 Lo facciamo in un giorno importantissimo per la cristianità certi di compiere un gesto che si intreccia profondamente con il messaggio di Pace che questa festa religiosa contiene, fiduciosi di poter incrociare la solidarietà umana e civile delle comunità parrocchiali. L’iniziativa è completamente aperta al contributo e alla presenza di tutti i gruppi e le persone di buona volontà, e non ci saranno bandiere o vessilli di nessuna organizzazione se non rami di Ulivo e BANDIERE DELLE PACE che esortiamo a portare numerose.  

Torna in alto