Stampa questa pagina

«Wow! Fasano», presentato il cartellone estivo

Giugno 19, 2021 329
Vota questo articolo
(0 Voti)

FASANO – Oltre 100 appuntamenti tra grandi concerti, musica, teatro, cinema ed eventi culturali di ogni genere. È il cartellone dell’estate di «Wow! Fasano», presentato al Chiostro dei Minori Osservanti. Il cartellone comprende tutti gli eventi di Locus Festival, Luce Festival, Fasanomusica, Bari in Jazz, Teatro Pubblico Pugliese e Cinema all’aperto.

Da giugno a settembre, da piazza Ciaia al parco archeologico di Egnazia, dalle marine di Savelletri e Torre Canne al Minareto di Selva, tutto il territorio di Fasano sarà il palcoscenico di artisti di successo internazionale. Tra questi ricordiamo: Elio, Sergio Rubini, Peppe Barra, Isa Danieli, Alessio Boni e Marcello Prayer che fanno parte della rassegna di prosa “Teatro sotto le stelle” realizzata in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese, che si svolgerà all’aperto al Minareto di Selva (in allegato il programma completo).

E poi i quattro appuntamenti de “La casina dei ragazzi” per i più piccoli a luglio a Selva di Fasano con Oreste Castagna ospite d’eccezione, realizzata dall’amministrazione comunale sempre in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese, La Casina dei Ragazzi e Casina Municipale, (in allegato il programma completo).

Agli appuntamenti di teatro si aggiungono quelli della rassegna di «Books, rock and songs», organizzato in collaborazione con Bass Culture, Casina Municipale, I Presidi del libro e la Biblioteca di Fasano. Sei appuntamenti dedicati a grandi artisti della musica d’autore mondiale, da Battiato a David Bowie, passando per Lucio Battisti, Giorgio Gaber e Bob Dylan e ai cantautori di Raistereonotte. Un viaggio nella musica d’autore italiana e internazionale attraverso live e libri in una rassegna che unisce lettura, rock e canzoni (in allegato il programma completo).

Per tutti, info e biglietti su www.teatropubblicopugliese.it

Il cartellone è stato presentato dal sindaco Francesco Zaccaria, dall’assessore alla Cultura e al Turismo, Cinzia Caroli e dal consigliere comunale delegato alla valorizzazione internazionale del territorio e al coordinamento dei festival e degli eventi culturali estivi, Pier Francesco Palmariggi. Alla conferenza ha partecipato anche il consigliere del Cda del Teatro Pubblico Pugliese, Roberto Romeo.

«La rassegna di Fasano arriva sotto le luci dell’estate come segnale di ripartenza e di una prima stabile verifica delle modalità di fruizione dello spettacolo dal vivo.

La proposta è improntata alla diversità dei generi e desidera segnare nell’immaginario del pubblico un discrimine tra lo smarrimento e la riscoperta delle abitudini riposte, delle emozioni immediate, al netto delle misure di sicurezza che sarà necessario osservare e far osservare.

La ripresa deve preludere a un cammino ininterrotto, è quanto ci auguriamo, fatto di continuità e senza battute d’arresto che incidono pesantemente su qualsiasi processo produttivo, anche culturale.  Questa è un’apertura da cui cominciare a guardare oltre, una sorta di rinascita perché lo spettacolo è così, prende forma e rivive ogni volta con l’arte dei suoi interpreti. L’incontro di oggi ha questo significato, l’attimo nel quale lo spettacolo è chiamato a tracciare un percorso, di ripresa, di saldatura del filo, di riappropriazione piena dei luoghi e della loro bellezza».

Francesco Zaccaria, sindaco di Fasano: «In questi cinque anni siamo riusciti a realizzare un’ambizione che ci eravamo imposti sin dal nostro insediamento: fare di Fasano un punto di riferimento del territorio pugliese non solo in termini di attrattività turistica ma anche come polo culturale di eventi che puntano a far vivere tutti gli spazi del nostro territorio ogni giorno d’estate affinché le nostre location più belle siano valorizzate e incorniciate da eventi di qualità assoluta. Anche quest’anno, come nelle edizioni precedenti, quello che ci ha animato è l’entusiasmo di rilanciare e far vivere ogni luogo di Fasano, a partire dal cuore del nostro centro storico. Piazza Ciaia, in questi anni di amministrazione, è diventata un teatro a cielo aperto che, per la prima volta nella sua storia, ha ospitato grandissimi artisti, da Fiorella Mannoia, a Francesco de Gregori, Gazzelle, Diodato, Daniele Silvestri, Caetano Veloso, Ex Otago fra gli altri). Anche nel 2021 sarà così nel rispetto di tutte le norme anti Covid e delle restrizioni previste. Non è stato facile organizzare un cartellone così ampio che abbraccia tutti i settori della cultura ma, come sempre, ci siamo impegnati al massimo. Ringrazio l’assessore Caroli, il consigliere Palmariggi, l’ufficio Cultura (guidato dal dott. Giuseppe Carparelli) che, insieme a tutto lo staff organizzativo, hanno lavorato con grande impegno per realizzare un calendario che, siamo certi, contribuirà a favorire la ripresa della stagione turistica. Le nostre strutture ricettive potranno, infatti, presentare ai loro clienti un calendario di eventi che toccherà tutto il periodo estivo promuovendo così un’offerta turistica di qualità eccellente. Ci auguriamo che siano mesi di ripresa e di fiducia. Siamo convinti di essere sulla strada giusta».

Cinzia Caroli, assessore alla Cultura e al Turismo: «La soddisfazione più grande è quella di percepire una Fasano viva e al centro dell’estate pugliese. Mettere in movimento una macchina organizzativa di questa portata ha comportato un enorme lavoro di studio, approfondimento, metodo e pubbliche relazioni. La mia persona soddisfazione, inoltre, è quella di essere riuscita nel tempo a creare reti di relazioni improntate a fiducia, reciproca stima e massima collaborazione che inevitabilmente hanno condotto a risultati come quelli che oggi, insieme al sindaco, presentiamo alla città. Dietro ogni evento c’è un lavoro di ricerca e di approfondimento che ha come filo conduttore un unico obiettivo: portare in scena tutti i linguaggi della cultura: la musica, il teatro, il cinema, la poesia, la lettura con eventi pensati e studiati su misura per ogni fascia d’età e che saranno valorizzati ancora di più dalle splendide location che faranno da sfondo alle manifestazioni in una commistione di bellezze paesaggistiche, artistiche e culturali che si intrecciano e arricchiscono vicendevolmente pubblico e territorio».

Pier Francesco Palmariggi, consigliere comunale delegato alla valorizzazione internazionale del territorio e al coordinamento dei festival e degli eventi culturali estivi: «In questi anni Fasano ha vissuto un fermento culturale senza precedenti. Questo processo di crescita, con l’indotto economico che genera e con il prestigio che offre al nostro territorio rappresenta una delle sfide più affascinanti della nostra esperienza amministrativa. Oggi Fasano è tra le destinazioni di successo dell’intera regione non solo da un punto di vista turistico, ma anche culturale. Anno dopo anno, estate dopo estate, abbiamo lavorato con cura e determinazione per poter costruire una costellazione di eventi unici e di altissima qualità. Lo abbiamo fatto perché crediamo nella cultura come strumento fondamentale di crescita e di sviluppo e perché crediamo nelle enormi potenzialità dell’intero territorio di Fasano, Tutti, istituzioni, festival, artisti, attività commerciali, cittadini, percepiamo più che mai l’esigenza di ripartire, di ritrovarci e stare insieme: poter presentare un programma all’altezza delle aspettative anche quest’anno, ci riempie di orgoglio».

---------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci   

 

 

 

Redazione

Ultimi da Redazione