E' in edicola la strenna di "Memorie mesagnesi"

Dicembre 11, 2020 1188

Da oggi è in edicola l’ultimo numero del 2020 di “Memorie Mesagnesi” in una strenna da prendere per se e per gli amici. Nella confezione oltre a Memorie c’è la copertina del 2020 con cui potranno essere rilegati i numeri dell’annata e un quaderno su «Antiche novene di Natale», realizzato qualche anno addietro dall’Istituto culturale «Storia e Territorio» di Mesagne che anima la rivista mensile, assieme all’altro periodico «Radici» che ha compiuto oltre venti anni di pubblicazione.
Il numero di Novembre-Dicembre propone un articolo di Tranquillino Cavallo, che rilegge una pagina di cronaca nera di cento anni addietro a Mesagne (l’omicidio di un ferroviere), quindi Mario Vinci scrive su un’altra pagina tristissima della città accaduta a Novembre 1911: i funerali del ten. Ugo Granafei di Serranova ucciso nella guerra di Libia. Giovanni Galeone scrive della «Legislatura dei quattro sindaci», che fu quella fra il 1975 ed il 1980. Ancora, è Mario Vinci a frugare nell’archivio dell’Istituto ed a proporre due scritti di mons. Angelo Catarozzolo (1925-2018), che è stato fino alla scomparsa, Presidente onorario dell’Istituto. Si tratta de «Il Natale di N. S. Gesù Cristo» e dello scritto «Quel “Luce da Luce” che si irradia sulla materia opaca», pubblicato anche sulla «Gazzetta del Mezzogiorno». Nel centenario della nascita di Gianni Rodari, quindi, Alessia Galiano, scrive su «Rodari, ovvero della “malinconica utopia”»; Domenico Ble, tratta de «L’Immacolata di Diego Oronzo Bianchi conservata nel Museo d’Arte sacra»; Marcello Ignone propone la quinta parte della sua rilettura de «La Messapografia  di Antonio Profilo» e Giuseppe Giordano con lo scritto «Tabara damatria» racconta quanto avvenne nei primi anni ‘70 con il rinvenimento di quella pietra sepolcrale a Muro Tenente. «Tabara damatria oggi» chiude la serie degli articoli, con l’ultima pagina che, di consueto, reca l’«Indice dell’annata 2020»: ultima pagina del 2020, la 160ª pagina da rilegare con le altre in uno splendido volume da continuare a consultare per conservare la/le memoria/e.

La strenna è presente nelle seguenti edicole mesagnesi: Edicola Materdomini di Tonino Palma, in via Materdona, 172;

Edicola Ciribì, di Angela Marinosci, in via Castello, 34;

Pattydea, di Franco Esperti, in via Marconi 139;

La Carica dei 101, in via Sandonaci, 20;

A chiare lettere, in via Normanno, 30.  

-----------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci   

Ultima modifica il Venerdì, 11 Dicembre 2020 17:38