Menu

Redazione

Necropoli nascosta, il Comune di Mesagne potrebbe espropriare

necropoli turisti che guardano da fuori“La necropoli messapica di via Castello di fatto è invisibile”. A denunciare il fatto, ancora una volta, è Mimmo Stella, presidente del comitato civico “Terra di Mesagne”, ormai divenuto il tormentone umano degli amministratori locali, che si è fatto portavoce dell’indignazione dei turisti che non possono vedere il bene storico poiché i vetri, che dovrebbero permettere la visione spaziale delle tombe, sono così deteriorati da non permettere di ammirare questo unicum.

Mesagne. Bimbo si scotta a mensa, risarcimento da 27mila euro

comune  palazzo celestini condizionatoriUn bimbo di 4 anni ha chiesto al Comune di Mesagne un risarcimento economico di 27 mila euro perché si è scottato mentre mangiava la minestrina alla mensa della scuola materna. Proprio così. Il risarcimento danni è stato chiesto dai suoi genitori al ministero dell’Istruzione, dell’Università e Ricerca che, a sua volta, vorrebbe scaricare le responsabilità sul Comune di Mesagne e sull’azienda di somministrazione dei cibi. L’udienza preliminare, di questa vicenda, si svolgerà il prossimo 25 novembre 2013 presso il tribunale di Lecce.

Arrestato dai carabinieri per detenzione di droga

carabinieri logo autoQuesta mattina i carabinieri della Stazione di San Pancrazio Salentino (Brindisi) hanno tratto in arresto in flagranza di reato Vito Indrizzi, 23enne del posto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Sterpaglia in fiamme. Bruciano serre e fotovoltaico

vigili-del-fuoco-sterpagliaDiversi gli incendi di sterpaglia che venerdì pomeriggio hanno interessato l’agro di Mesagne. Il più pericoloso è stato quello che si è sviluppato sulla provinciale per Tuturano dove le lingue di fuoco hanno raggiunto un parco fotovoltaico e alcune serre. Il fuoco ha inglobato i manufatti in plastica a copertura delle serre che hanno sprigionato una densa e acre nube di fumo che si è vista a diversi chilometri di distanza.

In prognosi riservata il ferito dell’incidente domestico

ospedale perrino internoE’ ricoverato in prognosi riservata presso il Centro grandi ustionati dell’ospedale “Perrino” di Brindisi, Giuseppe Ignone, di 58 anni, uno dei due feriti dell’incidente domestico verificatosi venerdì mattina a Mesagne. L’altra ferita è la madre novantenne, Cosima Di Maggio. I medici si sono riservata la prognosi per l’Ignone a causa della vastità delle ustioni riportate durante l’incendio che si è sprigionato dal cucinino dell’abitazione dove l’anziana donna stava approntando il pranzo.

Sottoscrivi questo feed RSS