Menu

Taccuino

Taccuino (12)

Gli appuntmenti con la città di Mesagne

14 marzo. Dieta mediterranea, importante Worshop Ad Ostuni

Si svolgerà nella città di Ostuni il workshop “Dieta Mediterranea, Alimenti di nuova generazione ed Agricoltura Sostenibile: strategie ed azioni per il miglioramento della salute e della qualità di vita”. L’importante incontro, organizzato dalla Fondazione Dieta Mediterranea con il patrocinio della Città di Ostuni, è in programma per sabato 14 marzo alle ore 10.30 nello storico Palazzo Tanzarella, sede ufficiale dell’ente.

Nell’anno che celebra il decennale del riconoscimento UNESCO della Dieta Mediterranea come Patrimonio Immateriale dell’Umanità, la Fondazione, nata per promuovere valorizzare e diffondere il prezioso valore dello stile di vita appartenente ai popoli del Mare Nostrum, vuole confrontarsi sul rapporto che oggi intercorre tra l’evoluzione del regime alimentare mediterraneo e i sistemi di produzione agricola sempre più attenti alla componente della sostenibilità, ovvero alle cosiddette coltivazioni responsabili.

Alimenti funzionali fortificati, potenziati cioè nelle loro proprietà con l’aggiunta di micronutrienti, stili di vita che mutano, un più rigoroso rispetto dell’ambiente per conoscere quel finisce sulle nostre tavole: il patrimonio della dieta mediterranea, in continua evoluzione dalla sua nascita, è oggetto di nuovi studi e arricchito di nuovi “cibi”, appunto. Tutto questo necessita certamente di un’adeguata progettazione e programmazione di iniziative anche attraverso il ruolo delle istituzioni governative.

Il workshop traccerà le linee guida per lo sviluppo di un percorso di innovazione socio-culturale ed economico del territorio che si focalizzerà sull’organizzazione di attività di divulgazione scientifica, di formazione professionale, di promozione e sulla costruzione del primo museo multimediale della dieta mediterranea. Per innescare tali nuovi processi di sviluppo è necessario dar luogo ad azioni di crescita culturale, attraverso il coinvolgimento dei principali stakeholder istituzionali, della comunità scientifica, delle associazioni e del mondo delle imprese.

Dopo l’introduzione della prof.ssa Stefania Maggi, presidente Fondazione Dieta Mediterranea, porteranno i loro saluti l’avv. Guglielmo Cavallo, sindaco di Ostuni, e l’on. Valentina Palmisano, deputato della Repubblica.

Ad intervenire attraverso specifici contenuti saranno:

  • L’on. Giuseppe L’Abbate, sottosegretario al Ministero della Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, che interverrà su “Il ruolo delle istituzioni governative nella promozione delle attività a sostegno del comparto agroalimentare e della ricerca scientifica”;
  • Il prof. Antonio Capurso, prof. ordinario di Geriatria e Gerontologia dell’Università di Bari, che dirà di “Dieta Mediterranea e cibi fortificati: un connubio nascente”;
  • Il prof. Antonio Logrieco, direttore dell’ISPA-CNR di Bari che relazionerà su “La ricerca scientifica nel miglioramento delle componenti nutrizionali degli alimenti della dieta mediterranea”;
  • Il prof. Andrea Curioni, presidente del Corso di Laurea Magistrale Italian Food and Wine dell’Università di Padova, che racconterà de “Le opportunità offerte dai programmi di alta formazione nel settore agroalimentare ed il progetto Museo multimediale della Dieta Mediterranea”.

Al termine degli interventi è previsto il dibattito. L’incontro, cui saranno presenti i rappresentanti delle aziende e delle associazioni di categoria del settore, sarà aperto alla cittadinanza. Per prenotare la partecipazione all’evento ed avere informazioni è possibile contattare la Segreteria della Fondazione, nelle persone del dott. Angelo Faggiano e del dott. Domenico Rogoli, al seguente indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , oppure consultare il sito www.fondazionedietamediterranea.it nella sezione “Contatti”.
OSTUNI LOCANDINA
OSTUNI1403-PROGRAMMA-2

Leggi tutto...

Domenica 23 febbraio. Proiezione film nel Teatro comunale di Mesagne

Il Teatro comunale di Mesagne per la serata di domenica 23 febbraio i film "La mia banda suona il pop" alle ore 18.30 e il film "Parasite" alle 20.15.

"La mia banda suona il pop" un film diretto da Fausto Brizzi, racconta la storia della burrascosa reunion dei Popcorn, un famosissimo gruppo pop degli anni '80, formato da Tony (Christian De Sica), Jerry (Paolo Rossi), Lucky (Massimo Ghini) e Micky (Angela Finocchiaro). È un importante magnate di Pietroburgo, Vladimir Ivanov (Rinat Khismatouline), a voler vedere ancora una volta insieme la sua band preferita per un'ultima emozionante esibizione. Franco (Diego Abatantuono), infido manager dei Popcorn, viene contattato da Olga (Natasha Stefanenko) per conto di Ivanov, ma l'agente non è molto d'accordo con l'idea del magnate e decide di proporgli alteri talenti italiani, disposti a esibirsi in Russia. Ivanov, però, non accetta un no come risposta, lui vuole i Popcorn. A Franco quindi rimane l'arduo compito di riunirli, ma i membri del gruppo non acconsentono a nessuna condizione di rivedersi e suonare di nuovo insieme. Eppure, complice il destino e forse anche la brama di denaro, i quattro si ritrovano costretti ad accettare la proposta dell'oligarca.
Mentre cercano di ritornare all'antico splendore e di sopportarsi tra un soundcheck e l'altro, i quattro Popcorn scoprono che la loro avventura russa è solamente un capro espiatorio; in verità, Olga li ha ingaggiati per poter derubare Ivanov senza essere scoperta. La loro colorata esibizione si tinge così dei scuri toni del thriller, ma la band vede nel piano di Olga un modo per ridare slancio alle loro miserie vite. Come? Rapinando loro Ivanov. Trailer Film ---Link <-----

"Parasite", film diretto da Joon-ho Bong, è un dramma che racconta la storia della famiglia Kim, formata dal padre Ki-taek (Kang-ho Song), un uomo privo di stimoli, una madre, Chung-sook (Hye-jin Jang), senza alcuna ambizione e due figli, la 25enne Ki-jung (So-dam Park) e il minore, Ki-woo(Woo-sik Choi). Vivono in uno squallido appartamento, sito nel seminterrato di un palazzo, e sono molto legati tra loro, ma senza un soldo in tasca né un lavoro né una speranza per un futuro roseo. A Ki-woo vien
2020-02-20 133236

Leggi tutto...

Chiara Civello in concerto a Mesagne

civello chiaraL'Associazione RiCreAzione e Libreria Spazio d'Autore di Mesagne, organizzano il concerto di CHIARA CIVELLO, venerdì 27 marzo 2020.

Per la prima volta a Mesagne, la cantautrice e musicista polistrumentista si esibirà nella splendida cornice del Teatro Comunale e porterà sul palco il suo "Eclipse Tour".

Il quotidiano «La Repubblica» l’ha recentemente definita «la mosca bianca»: perfino nel suo paese d’origine, dove in tredici anni di carriera sono usciti sei album di successo, Chiara Civello rimane un’outsider. Né pop, né jazz, lontanissima dalle classificazioni asettiche della musica leggera e avidamente aperta sul mondo, questa italiana spumeggiante potrebbe essere la figlia segreta di Ennio Morricone, di Michel Legrand e di Astrud Gilberto. Per Tony Bennett, Chiara Civello è "la migliore cantante jazz della sua generazione".

La sua voce soave, la sua latinità particolare e il suo percorso fuori dal coro hanno sedotto Marc Collin, l’inventore del gruppo Nouvelle Vague, che ha visto in lei la figura portante della nouvelle vague italiana. L’ha perciò inserita in Kwaidan, la sua etichetta di pop alternativo, e ha prodotto il disco Eclipse, offrendole in questo modo quel french touch che ancora mancava al suo pregevole percorso.

Perché se è vero che Chiara Civello arriva in territorio vergine in Francia, è anche vero che ha già vissuto mille vite. Vanta perfino una serie di collaborazioni di prestigio dall’altra parte dell’Atlantico, da Burt Bacharach a Esperanza Spalding o Al Jarreau, da Chico Buarque a Gilberto Gil. Accompagnerà infatti quest’ultimo in scena per tutta l’estate nella sua tournée europea...

Iperattiva, Chiara Civello è un’insaziabile raccoglitrice di suoni, sempre in partenza, e niente le piace di più che addormentarsi la sera pensando a tutto quello che le resta ancora da scoprire. È proprio lei a citare la sindrome di Wanderlust, quel virus del viaggio che l’ha spinta ad attraversare l’oceano all’età di 18 anni, dopo aver vinto una borsa di studio al Berklee College of Music di Boston. Da allora, ha costruito una carriera tra tre continenti, con un piede in Italia, uno negli Stati Uniti e il cuore in Brasile.

A Mesagne la vedremo in scena da sola, con una selezione di brani eseguiti con chitarra e pianoforte.

Per maggiori informazioni e prevendite : 338 90 44 095 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biglietti in vendita anche su eventbrite.it

Leggi tutto...

Avis e Croce Amica Mesagne insieme per un progetto di solidarietà

Avis e Croce Amica Mesagne hanno organizzato per domenica 23 febbraio dalle ore 8 alle ore 12,  presso il Centro di Raccolta Fisso dell'Ospedale di Mesagne, una donazione  di sangue. Le due associazioni che operano nel settore socio- sanitario, Avis impegnata ad assicurare l'autosufficienza di sangue, Croce Amica Mesagne nell'assistenza e il trasporto di ammalati, hanno condiviso i valori fondanti dei due sodalizi, trovando diversi punti di convergenza nelle rispettive attività, in particolare  nell'attenzione all'uomo in difficoltà.

Il Presidente dell'Avis ha riconosciuto nell'incontro con i responsabili di Croce Amica, l'importante ruolo che l'associazione svolge sul territorio, assicurando centinaia di trasporti di ammalati su tutto il territorio nazionale, oltre ad un importante informazione in campo sanitario, attraverso l'organizzazione di corsi di formazione.

I dirigenti di Croce Amica invitano tutti i collaboratori e chiunque sia in buone condizioni di salute a partecipare alla donazione organizzata domenica prossima, tesa a ridare un sorriso a coloro che sono stati meno fortunati."

2020-02-19 163354

Leggi tutto...

18 febbraio. Incontro con Nando Tagliacozzo

Martedi 18 Febbraio ore 17.00

Auditorium del Liceo Scientifico E.Ferdinando - Mesagne
Incontro con

NANDO TAGLIACOZZO

scampato alla retata di ebrei Romani

il 16 ottobre 1943 in cui perse una parte della sua famiglia

 

Una occasione di confronto con i ragazzi del Liceo e con la cittadinanza tutta in un contesto odierno non privo di preoccupazioni rispetto ad episodi di intolleranza e razzismo.
Iniziativa organizzata da

PROTEO Fare Sapere Brindisi
con l’adesione di:
Secondo Circolo Scuola Elementare Mesagne
Liceo Scientifico E. Ferdinando- Mesagne
Associazione Di Vittorio - Mesagne
ANPI - Mesagne
Con il patrocinio del

Comune di Mesagne
2020-02-14 090034

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS