Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62
  • Errore nel caricamento dei dati del feed
Menu

Cronaca

Cronaca (5030)

Mesagne. Locomotore rotto, disagi in via San Vito

LOCOMOTORE-FERMO-SUI-BINARiAlcuni disagi si sono verificati ieri mattina a Mesagne a causa di un locomotore delle Ferrovie dello stato che si è rotto davanti al passaggio a livello chiuso di via San Vito e ha causato l’intasamento della viabilità. Diversi gli automobilisti che hanno iniziato a strombazzare e poi hanno deciso di fare dietro front con le loro auto. La locomotiva è stata sistemata dopo diversi minuti e le sbarre sono state finalmente alzate riportando la viabilità nella normalità.
Leggi tutto...

Castrignanò: “E’ inaccettabile che un’opera così strategica sia bloccata"

provinciale_mesagne_san_pancrazio_6Ancora proteste sul blocco dei lavori, da parte della Provincia di Brindisi, sull’importantissima arteria viaria Mesagne-San Pancrazio dove la ristrutturazione stradale è inspiegabilmente ferma. L’ultimo atto ufficiale che si legge sul sito della Provincia è la determina 207 del 26 febbraio scorso con la quale l’ufficio Mobilità e Trasporti autorizza il subappalto di parte di detti lavori. Da quel momento apparentemente nulla si è mosso anzi quel cantiere rischia di divenire, e i primi inquietanti segnali sono stati già documentati, una discarica dei più disparati rifiuti.
Leggi tutto...

Arriva il gas a Conserve Italia. Buona prospettiva lavorativa per il 2013

conservificio_lavFinalmente dopo mesi di trattative l’industria conserviera “Conserve Italia” di Mesagne avrà la rete del gas necessaria per abbattere i costi di produzione. Una promessa che l’amministrazione comunale aveva fatto lo scorso settembre 2012 all’amministratore delegato, Maurizio Gardini, del colosso commerciale emiliano che ha la sede a San Lazzaro di Savena in provincia di Bologna, e che oggi è divenuta una realtà. L’opera infrastrutturale si è potuta realizzare grazie al contributo determinante di “Enel Gas” che costruirà a proprie spese circa un chilometro di condotta. Così, dalla prossima estate le produzioni del conservificio mesagnese potrebbero aumentare al pari delle giornate lavorative.
Leggi tutto...

Sequestro antimafia dei Finanzieri

gdf-conferenza_1Militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Brindisi, al termine di specifiche indagini economico finanziarie, hanno eseguito un provvedimento di sequestro preventivo, finalizzato alla confisca prevista dalla normativa antimafia, di beni e disponibilità finanziarie, disposto dalla locale Autorità Giudiziaria, nei confronti di due soggetti indagati per i reati di trasferimento fraudolento di valori e riciclaggio. Il vincolo cautelare, ha interessato: quote societarie e compendio aziendale di un’impresa; disponibilità finanziarie depositate su conti correnti; due autovetture; tre rimorchi ed una motrice, per un valore complessivo di circa 1,7 milioni di euro.
Leggi tutto...

I danni sull'economia locale per la chiusura della provinciale per San Pancrazio

cantiere-stradale-sulla-provle-per-san-pancrazioLa protratta chiusura al traffico della provinciale Mesagne – San Pancrazio Salentino sta causando non solo enormi disagi agli automobilisti, costretti a sottoporsi a tortuosi tour alternativi, bensì anche ai commercianti, presenti lungo questa importante arteria viaria, le cui attività hanno subito vistose flessioni degli incassi. Il cantiere stradale, sgombrato dalla ditta ormai da diversi mesi, è divenuto una discarica a cielo aperto poiché sono state abbandonate, tra gli altri rifiuti, anche diverse lastre di eternit contenenti, probabilmente, materiale cancerogeno e la cui rimozione adesso costerà un bel po’ di euro.
Leggi tutto...

Va via il Giudice di pace tra le proteste del Pdl. Il Pd pone il veto

giudice-di-pace-sedeChiude la sede del giudice di pace di Mesagne e il Popolo della libertà ha messo in atto una protesta contro l’amministrazione comunale a guida del dimissionario sindaco Scoditti rea, secondo il loro punto di vista, di non aver fatto abbastanza da scongiurarla. “Perso il tribunale civile e penale, che tra pochi mesi vedrà i propri uffici trasferiti a Brindisi, al nostro sindaco passa inosservata anche la chiusura dell’ufficio del giudice di pace”, ha osservato Massimo Carluccio, coordinatore del Pdl, che ha fatto notare come l’indifferenza del sindaco insieme a quella degli assessori e consiglieri di maggioranza “avrà come naturale conseguenza un maggiore disagio per i cittadini mesagnesi costretti, anche per le cause minori, a recarsi a Brindisi”.
Leggi tutto...

Brindisi in piazza per i Marò

marIl Gruppo Nazionale Leone di San Marco e l’Amministrazione Comunale di Brindisi, scendono in piazza per ribadire il sostegno della città, sede della Brigata Marina San Marco, ai Fucilieri Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, trattenuti ingiustamente in India da 15 mesi. L’appuntamento è per sabato 27 aprile alle ore 18.00 in piazza Vittoria. Un gesto di vicinanza a due giovani militari protagonisti, loro malgrado, di una vicenda contorta. Massimiliano e Salvatore, sono pugliesi e sono militari del reparto d’èlite della Marina Militare, ospitato da 40 anni a Brindisi.
Leggi tutto...

Minaccia con un coltello i passanti. Arrestato

poliziavolante_mareaNel tardo pomeriggio di ieri sono pervenute sull'utenza 113 numerose telefonate di cittadini che, allarmati, segnalavano a Brindisi la presenza in corso Umberto I di un uomo con un coltello in mano che minacciava i passanti. Immediato l'intervento di una volante della Questura di Brindisi i cui componenti venivano minacciati ed aggrediti dal malvivente, cittadino rumeno, Gheorghe Staicu di anni 50, che veniva immobilizzato ed ammanettato. Condotto presso gli uffici della Sezione Volanti è stato tratto in arresto per violenza, resistenza , minacce aggravate a pubblico ufficiale e porto abusivo di arma da taglio atta ad offendere. Associato presso la locale Casa Circondariale.
Leggi tutto...

Il Comune prepara la gara di appalto dei rifiuti

comune_ingressoIl Comune di Mesagne si è adeguato alla censura ricevuta dall’Autorità di vigilanza sugli appalti pubblici, circa un’anomala deroga del contratto di gestione dei rifiuti fatto in passato, e alla scadenza contrattuale del 30 giugno 2013 indirà una gara di appalto per l’assegnazione del servizio. L’hanno scritto, nero su bianco, in una determina i cinque assessori che compongono la giunta del dimissionario sindaco Franco Scoditti che in questo modo hanno riconosciuto il loro precedente errore e si sono adeguati al “richiamo” che è giunto dall’Autorità di garanzia. In ogni modo in questa decisione c’è una curiosità.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS