Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62
Menu

Cronaca

Cronaca (3874)

Don Ciotti ai ragazzi: La speranza siete voi

don-luigi-ciottiIeri mattina la chiesa Madre di Mesagne era gremita di gente. A celebrare c’era don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, e monsignor Angelo Argentiero, parroco della Collegiata. In prima fila davanti a tutti c’era lui, Mario Bassi, papà di Melissa. Una celebrazione carica di emozione poiché la tragica morte di Melissa ha scosso un’intera comunità. Nell’omelia don Luigi Ciotti, come sempre, ha avuto parole dure per chi si è macchiato di un atroce crimine. Stesse parole che ha ripetuto poco dopo in villa comunale quando ha salutato il passaggio della Carovana.
Leggi tutto...

Il papà Massimo in chiesa affranto dal dolore

bassi_massimo_1Ieri mattina alle 10,30 nella chiesa Madre di Mesagne, durante la messa, c’era anche Massimo Bassi, papà di Melissa. Alla sua sinistra la madre Aldina che nella giornata di sabato è rimasta da sola in casa mentre i genitori erano corsi a Brindisi per verificare le sorti della loro figliola. In chiesa non c’era mamma Rita poiché è ancora ricoverata presso l’ospedale di Mesagne.
Leggi tutto...

Il fidanzatino: la sera di sabato dovevamo uscire insieme

bassi-melissaIeri mattina il fidanzatino di Melissa, Mario, si è diviso tra l’abitazione della ragazza e quella dei suoi genitori. Era profondamente provato. A sedici anni sta vivendo una storia più grande di lui. Nel pomeriggio di ieri era stanchissimo e stressato dalle tante domande che gli hanno rivolto. Quindi ha deciso di andare in ospedale per trovare Rita, la mamma di Melissa.
Leggi tutto...

Il vigliacco ha un volto. Eccolo

attentaoreIl vigliacco ora ha un volto. E' stato filmato mentre azionava il telecomando. Si tratta di un 60enne glaudicante e braccio disabile. Gli investigatori indagano su ex militare esperto di esplosivi.Si tratta di un uomo che veste in maniera elegante con giacca blu e camicia chiara. E' l'uomo che avrebbe fatto esplodere l'ordigno davanti alla scuola "Morvillo-Falcone" di Brindisi uccidendo la studentessa Melissa Bassi e ferendo altre ragazze. E' più di un identikit. Sono le immagini riprese da una telecamera di una rivendita di giornali che mostrano le fasi preparatorie dell'attentato.
Leggi tutto...

Melissa: Una ragazza solare

abitazione-melissa-bassiChi era Melissa Bassi? “Una ragazza solare, giocherellona e insostituibile”. Così l’hanno descritta tante persone che hanno avuto la fortuna di conoscerla. Anche alcuni conoscenti di una lavanderia che si trova sotto l’abitazione dei Bassi la ricordano come una ragazza particolarmente cordiale. La famiglia Bassi abita a Mesagne al civico 86 di via Torre Santa Susanna.
Leggi tutto...

Don Pietro De Punzio "E' scomparso dal cuore e dalla mente ogni desiderio di giustizia, di legalità, di libertà”

don_pietro_depunzio_e_i_giovani_della_vicariaLa città di Mesagne ieri si è fermata per pensare all’attentato alla democrazia di cui è rimasta vittima. La prematura morte di Melissa ha messo in ginocchio l’intera comunità. Per primo si è alzato il grido di dolore di don Pietro De Punzio, cappellano dell’ospedale “San Camillo de Lellis” di Mesagne e Vicario foraneo. Oltre che referente della pastorale giovanile.
Leggi tutto...

Ordigno scoppia a Brindisi nei pressi del Professionale "Morvillo-Falcone". 1 ragazza, di Mesagne, è deceduta e altri feriti

bassi-melissaDue bombe sono scoppiate questa mattina a Brindisi nei pressi dell'istituto professionale "Morvillo-Falcone" mentre gli studenti si apprestavano a entrare a scuola. viale-aldo-moro-bloccata Lo scoppio ha ucciso una ragazza e ferite altre quattro ragazze.  Tutti sono stati ricoverati presso il "Perrino" di Brindisi. L'area dello scoppio è stata delimitata da polizia e carabinieri. Sul posto sono intervenuti anche gli artificieri. Scene di panico si sono viste tra i ragazzi e i genitori. sembra che gli ordigni siano stati collocati in alcuni zaini posati davanti a un tabellone pubblicitario. Poteva essere una strage. Un atto gravissimo. (Nella foto nr. 1 la zona dello scoppio delle bombe dove ha sede l'istituto professionale-  Fotoservizio Ivano Rolli). Diversi istituti scolastici della provincia di Brindisi sono sati evacuati.
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS