Menu

La salma di Melissa Bassi sarà traslata in un monumento In evidenza

bassi-melissaLa salma di Melissa Bassi, la studentessa di Mesagne rimasta uccisa dallo scoppio di una bomba mentre si recava a scuola, tra pochi mesi sarà traslata in un monumento funebre che la famiglia, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, costruirà nel cimitero.

La realizzazione di un monumento pubblico dedicato alla studentessa si è reso necessario per accogliere la gente che numerosa si reca nel cimitero per porre un omaggio alla vittima di quella che resta un’insensata storia della follia umana. Dunque, come è tristemente noto il 19 maggio del 2012 nell’attentato presso la scuola “Morvillo-Falcone” di Brindisi, perse la vita la giovane studentessa di Mesagne Melissa Bassi mentre rimasero gravemente ferite altre cinque studentesse: Selena Greco, Sabrina Ribezzi, Azzurra Camarda, Vanessa e Veronica Capodieci. “Le tragiche immagini di quel 19 maggio rimarranno negli occhi di tantissimi ragazzi della scuola “Morvillo-Falcone” – ha spiegato il sindaco Franco Scoditti - ma soprattutto rimarrà inciso nella storia d’Italia e della città di Mesagne, il dolore dei genitori della piccola Melissa e delle altre giovani studentesse ferite”. “Quell’attentato – ha continuato il sindaco - ha provocato dolore, rabbia, sdegno e ci ha privati della giovane Melissa, anche se il suo ricordo rimarrà per sempre nel cuore, non solo di chi ha avuto modo di volerle bene e di conoscerla ma anche di tanta gente comune per la quale è rimasta un emblema dello sdegno e dell’impegno civile contro ogni forma di follia e di violenza”. Ogni giorno la tomba Melissa, che si trova collocata in un loculo comunale ai margini del cimitero, è meta di pellegrinaggio da parte di tanta gente proveniente da ogni parte d’Italia che si reca a renderne onore alla memoria depositando fiori per tenerne vivo il ricordo. Per questo motivo i genitori di Melissa, Massimo Bassi e Anna Rita Muri, hanno chiesto al Comune di poter realizzare un monumentino funerario all’interno del cimitero comunale dove traslare la salma della giovane figliola. L’Amministrazione ha accolto questa proposta ed ha effettuato un accertamento tecnico per trovare un luogo idoneo. La scelta è ricaduta su una piccola area all’interno della tomba comunale, individuata come lotto n. 7, e precisamente sulla piccola porzione di area non pavimentata posta al centro della corte interna di superficie complessiva di sedici metri quadrati. “Abbiamo ritenuto opportuno – ha concluso il sindaco Scoditti - procedere all’assegnazione in concessione gratuita e perpetua dell’area destinata all’edificazione di un monumento dedicato alla memoria di Melissa Bassi”. Con questo monumento la città di Mesagne ricorderà anche ai posteri la tragica storia di Melissa, morta in un’assolata giornata primaverile per un folle gesto. 

Video

Torna in alto