Menu

Omicidio Salati: ergastolo a Pasimeni e 12 anni a Penna In evidenza

salati carlo - 61 anniLa Corte di Assise di Brindisi ha condannato all’ergastolo Massimo Pasimeni, mentre ha inflitto una pena di 12 anni al collaboratore di giustizia Ercole Penna. Pasimeni e Penna sono stati condannati perché ritenuti essere stati i mandanti dell’omicidio di Giancarlo Salati, alias “Menzarecchia”, 62 anni di Mesagne, massacrato a bastonate nella sua abitazione il 16 giugno del 2009.

L’uomo morì poche ore dopo per le ferite riportate. Un verdetto che ha ricalcato le richieste formulate il 13 novembre scorso dai pubblici ministeri Valeria Farina Valaori e Alberto Santacatterina. I legali di Massimo Pasimeni, gli avvocati Marcello Falcone e Rosanna Saracino, avevano chiesto l'assoluzione del loro assistito, o comunque, in alternativa, di considerare l'omicidio come preterintenzionale anziché volontario, o di valutare il cosiddetto concorso anomalo. In pratica gli esecutori dell'omicidio sarebbero andati oltre l'ordine impartito, che era quello di punire la vittima, non ucciderla. L’omicidio dell’uomo suscitò molto scalpore in città. Il 23 luglio sorso per questo omicidio erano stati condannati dal gup di Lecce, Francesco Gravina e Vito Stano a 30 anni di reclusione mentre a 10 anni il pentito Cosimo Giovanni Guarini.

Ultima modifica ilGiovedì, 12 Dicembre 2013 20:40

Video

Torna in alto