Menu

Mesagne. Manda un sms alle amiche e si getta giù dal ponte ferroviario

ambulanza-ferroviaDramma sfiorato ieri sera a Mesagne dove una ragazza ventenne ha inviato un sms a un’amica per dire di volerla fare finita con questa vita.

Poi ha raggiunto con la sua auto un ponte ferroviario alla periferia della città e si è gettata giù nel vuoto. Fortunatamente è caduta nella terra umida ed ha riportato delle sospette fratture agli arti e altri traumi. Le sue condizioni sono critiche ma non dovrebbe essere in pericolo di vita. A trovarla sono stati gli amici che appena hanno ricevuto il messaggio si sono affannati per cercare il luogo in cui l’amica aveva messo in atto l’insano gesto. Sulle sue tracce si sono messi anche i poliziotti del locale commissariato e i carabinieri. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Brindisi che hanno dovuto illuminare a zona in cui la ragazza era caduta per facilitare i soccorsi da parte del personale del 118. La ventenne è stata condotta presso l’ospedale “Perrino” di Brindisi dove è stata sottoposta ad accertamenti diagnostici e strumentali per stabilire una corretta diagnosi. L’episodio si è verificato ieri sera intorno alle ore 19 quando sulla città di Mesagne era presente una nebbia piuttosto fitta. Una ragazza di 20 anni di professione banchista presso un bar mesagnese, dopo aver vagato per la città, ha preso la sua auto ed ha raggiunto il cavalcavia ferroviario che si trova sulla bretella stradale che unisce la provinciale per Latiano con la statale 7, in contrada Calderoni. Si è fermata sulla parte più alta del ponte ed è scesa dal mezzo. Ha preso il telefonino ed ha scritto un messaggio, l’ultimo pensiero per le sue amiche. Quindi l’ha inviato, poi ha scavalcato il guardrail e si è gettata. Sono partite le ricerche fino a quando qualcuno ha notato l’auto della ragazza ferma e vuota sul ponte ferroviario. Dopo alcuni minuti l’hanno trovata a pochi metri dalla rete ferroviaria. Sul posto sono arrivati poliziotti, carabinieri e vigili del fuoco seguiti da un’ambulanza del 118. I vigili hanno illuminato la zona e hanno permesso che gli operatori del 118 potessero soccorrere la ragazza. I medici l’hanno stabilizzata e trasferita presso l’ospedale “Perrino” di Brindisi per essere sottoposta ad accertamenti diagnostici. Sono ancora ignote le cause che hanno scatenato nella ragazza l’idea di farla finita. Le indagini sono condotte dai carabinieri.  

Ultima modifica ilMercoledì, 30 Ottobre 2013 15:19
Torna in alto