Mesagne. Arrestata coppia di ladri In evidenza

Maggio 23, 2016 3461

auchan - ingresso con bancomatUna coppia di ladri, con bimbo, in trasferta è stata arrestata

dalla polizia e dai carabinieri a Mesagne. I due avevano rubato diversi capi di abbigliamento occultandoli nel passeggino del figliolo. Gli addetti alla sorveglianza hanno notato il tutto e avvisato le forze dell’ordine che, in pochi minuti, hanno individuato la coppia di ladri bloccandola e arrestandola. Il magistrato ha disposto la loro detenzione domiciliare. L’episodio si è verificato nella giornata di sabato quando una coppia residente a Ostuni, A. S. di 35 anni di nazionalità Ucraina e F. P. di 53 anni di Ostuni, è giunta nel centro commerciale “Auchan” di Mesagne con l’intenzione di fare shopping. Solo che l’ha fatto in maniera illecita. I due, infatti, una volta all’interno dell’ipermercato hanno iniziato a guardare e scegliere dei capi di vestiario che, anziché depositarli nel carrellino, li ponevano nel passeggino del loro bimbo, occultando il tutto. Dopo il vestiario la coppia si è diretta nel reparto cosmesi e ha continuato a prendere merce e nasconderla. Il loro raid, però, non è passato inosservato. Gli addetti alla security, infatti, hanno notato lo strano modo di muoversi della coppia e hanno deciso di mettere in atto un controllo discreto. Quando si sono accertati che i due avevano preso della merce ed erano usciti dall’ipermercato senza pagare hanno messo in atto il controllo. Hanno fatto giungere sul posto carabinieri e polizia e, quindi, hanno bloccato i due individui. Li hanno fatti accomodare negli uffici e qui hanno invitato la coppia a porre sul tavolo la merce rubata. Così, uno dopo l’altro sono usciti fuori i capi di vestiario e di cosmesi per un valore commerciale di qualche centinaia di euro. Il tutto davanti agli occhi inconsapevoli del loro bimbo divenuto, suo malgrado, complice di genitori delinquenti. Ai polsi della coppia sono scattate le manette e i due sono stati tratti in arresto per furto in concorso. Il magistrato, tenuto conto della situazione familiare dei due ostunesi, ha disposto la detenzione domiciliare. L’intera refurtiva è stata recuperata e consegnata alla security del centro commerciale. Non è la prima volta che individui che arrivano un po’ da tutta la provincia sono fermati e arrestati perché si sono impossessati illecitamente di merce non pagando il corrispettivo alla cassa.