Mesagne. Fumata nera per la gestione del canile

Maggio 18, 2016 2096

canile di mesagneQuello che si temeva è successo.

Non è arrivata nessuna proposta per il bando di gara per l’affidamento della gestione del canile rifugio comunale e sanitario di contrada Casacalva. Scaduti i termini, lunedì 16 maggio, il bando è andato deserto. E adesso che fine farà il canile? Per dare una risposta celere a questa domanda stanno lavorando gli uffici comunali. In questo momento a garantire i servizi di assistenza ai 250 cani ricoverati nel canile c’è ancora la vecchia cooperativa in regime di proroga e con un impegno economico al di sotto di ogni possibilità. Per fare fronte alla richiesta del Comune i dipendenti si sono abbassati il loro stipendio. Ma adesso non ce la fanno più. Il Comune dopo la chiusura di questo bando avrebbe la possibilità di andare a contrattazione privata. “Proporremo a riguardo un quesito alla Regione Puglia”, ha dichiara Concetta Franco, neo responsabile del servizio. Solo dopo che gli uffici regionali si esprimeranno, l’Amministrazione comunale sarà in grado di sedersi attorno ad un tavolo per contrattare con l’azienda che oggi gestisce il servizio. La cooperativa ha già fatto sapere, però, che scaduta la proroga del 31 maggio non hanno più intenzione di continuare a prestare servizio alle stesse condizioni. Bisogna fare presto per trovare una soluzione al canile altrimenti gli animali saranno quelli che ne faranno le spese. Intanto le opposizioni stanno affilando le armi e promettono battaglia.