Mesagne. Querelle sul regolamento dei rifiuti, c'è l'Aro che supplisce

Marzo 16, 2016 3194

rifiuti via castro marinaA Mesagne non c’è un regolamento che disciplini

il conferimento dei rifiuti. A denunciarlo sono i Cittadini attivi del Movimento 5 stelle che in questo periodo di emergenza stanno evidenziando alcune criticità presenti nella gestione. Una negligenza che addossano sia alle forze che hanno governato la città in questi anni sia ai partiti di opposizione che non hanno incalzato le amministrazioni su questo argomento. “Per la gestione e raccolta dei rifiuti, lo strumento operativo primario di cui il Comune si deve dotare per ottemperare ai compiti istituzionali assegnati dalla legge è costituito dal regolamento, così come previsto per legge”, hanno spiegato i dirigenti del movimento politico secondo cui “se un cittadino mesagnese volesse conoscere bene i diritti e i doveri riguardo la gestione dei rifiuti, potrebbe andare direttamente sul sito web del Comune di Mesagne e visionare il regolamento che deve essere fruibile come prescrive la legge sulla trasparenza amministrativa”. Oggi non è così. “Il cittadino – hanno continuato - non deve meravigliarsi se non trova il regolamento sul sito del Comune non perché l’Amministrazione non è stata trasparente semplicemente perché non esiste alcun regolamento che al contrario è obbligatorio”. Oggi la regolamentazione dei rifiuti è fatta da un’ordinanza sindacale, la numero 17del 2012, che regolamenta le tipologie di rifiuti da conferire. “La cosa grave è che l’Amministrazione comunale e tutti i consiglieri comunali in carica nel 2012, sia di maggioranza che di minoranza, così come l’attuale Amministrazione con l’intero Consiglio comunale hanno dimenticato che i regolamenti comunali non sono di competenza del sindaco bensì dell’intera assise”. Da qui la necessità, secondo i grillini, di affrettare i tempi per dotarsi di un regolamento sui rifiuti. “Ci chiediamo come mai ancora oggi l’intero Consiglio comunale non sta adempiendo ai suoi diritti e doveri riguardo la formazione e l’approvazione del regolamento sui rifiuti”, hanno concluso gli amici di Beppe Grillo. Per la verità il Comune di Mesagne, su questo fronte, non è inadempiente perché c’è il regolamento stilato dall’Aro che sostituisce nelle funzioni quello che dovrebbe essere emanato dall’ente locale.  (Foto archivio)