Menu

Per i grillini mesagnesi il Piano paesaggistico non si tocca

grillo a brindisiIl Movimento 5 stelle di Mesagne non ha dubbi: il piano paesaggistico varato dalla Regione Puglia va applicato poiché “vero “interesse” della comunità pugliese, patrimonio incommensurabile ed enorme ricchezza da consegnare alle future generazioni”.

Per i grillini mesagnesi, per la prima volta, è stato stilato un piano regionale “che non permetterà più ecomostri, saccheggi e devastazioni con l’indiscriminata cementificazione, che finalmente tutelerà il paesaggio e la salute dei cittadini, ostacolando le speculazioni edilizie”, ha messo in evidenza Danilo Facecchia, coordinatore del movimento, il quale ha chiarito che: “Se i progetti già avviati non sono conformi alle norme di salvaguardia previsti dal nuovo piano paesaggistico non devono essere realizzati”. I grillini sono certi che se qualcuno vuole metter mano al piano regionale di tutela del paesaggio è spinto “da chissà quali interessi. Senza tutela del paesaggio non si avrà nessuna “crescita del territorio” ma un devastante risultato di speculazione edilizia a discapito della salute e del turismo”. Il Movimento 5 stelle di Mesagne spera nella “coerenza della Regione e della Provincia, che non concedano la revoca del piano, richiesta dai sostenitori del cemento ad ogni costo e avanzata con l’alibi della crisi, e apprezza l’immediata operatività prevista dal piano stesso”. Facecchia è convinto che se “delle osservazioni dovessero essere accolte, devono essere maggiormente stringenti a garanzia della tutela del territorio e della salute, beni comuni imprescindibili che non cesseremo mai di difendere”.  

Torna in alto