Menu

Scioccata la bimba aggredita a Mesagne

villette s. antonioE’ ancora scioccata la piccola che venerdì pomeriggio è stata aggredita a Mesagne da un trentenne mentre era intenta a giocare con gli amichetti in alcuni giardini pubblici. La bimba ha fatto ricorso alle cure mediche del pronto soccorso dell’ospedale “De Lellis”. Ha trascorso la notte tra incubi, incontinenza e conati di vomito. Insomma un quadro clinico teso tanto che i sanitari hanno suggerito alla famiglia l’affiancamento di una psicologa che possa curare il trauma psicologico subito dalla piccola.

L’episodio si è verificato nel tardo pomeriggio di venerdì quando la piccola con alcuni coetanei stavano giocando nelle villette del rione Sant’Antonio. A un tratto un giovane, forse infastidito dal gruppetto di bimbi, a bordo di un’auto si è diretto verso il luogo in cui stavano giovando. E’ sceso ed ha iniziato a inveire contro di loro e a inseguirli. Ha raggiunto la piccola è prima l’ha strattonata e poi gli ha tirato i capelli. La piccola piangente è fuggita e si è riparata nell’androne di un condominio. Lì è stata trovata, tremante, dai suoi genitori chiamati dagli altri amichetti. I genitori hanno allertato la polizia che poco dopo ha raggiunto i giardini pubblici. A quel punto altri genitori dei bambini hanno cercato di fare rinsavire l’aggressore per cui ne è nato un parapiglia durante il quale la madre del trentenne ha subito un malore. Sul posto è arrivata un’ambulanza del 118 che ha condotto la signora in ospedale per accertamenti. Il trentenne non è stato denunciato dai genitori dei bimbi. Almeno per il momento.

Torna in alto