Mesagne. Ruba uno smartphone nel bar, ma è tutto filmato In evidenza

Luglio 22, 2015 4387

carabinieri con telefoninoLadri alla ricerca di tutto ciò che può essere facilmente venduto

e convertito in euro. Tra i vari furti denunciati dalle vittime c'è anche un fiammante smartphone rubato ad un giovane in un bar centralissimo di Mesagne. Sulla vicenda vi sono delle indagini in corso da parte dei carabinieri. L'episodio si è verificato nel pomeriggio di domenica quando un giovane mesagnese è entrato in un bar per prendere un tonificante caffè. Nel mettere lo zucchero nella tazzina si è sporcato le mani. Per cui, incautamente, si è allontanato pochi minuti per andare nella toilette e lavarsi le mani. Quando è tornato si è avvicinato davanti al bancone per prendere il cellulare e con sua grande sorpresa non l'ha trovato. Pensando di essersi dimenticato dove lo aveva poggiato ha cercato nella toilette e nell'intero locale. Ogni ricerca, tuttavia, è stata inutile poiché del cellulare non c'era più traccia. Ha provato, con un altro telefonico, a chiamare il suo numero che risultava spento. A quel punto si è reso conto che probabilmente era stato rubato. Ha composto il numero della caserma dei carabinieri ed ha denunciato l'episodio. I militari, una volta giunti sul posto, hanno acquisito la denuncia e avviato le indagini. Fortunatamente il bar è dotato di telecamere di videosorveglianza che hanno permesso di individuare le fasi del furto e l'autore. Dai primi accertamenti che gli uomini dell'Arma hanno eseguito sui fotogrammi si tratterebbe di un giovane che prima si è guardato intorno e poi con estrema disinvoltura ha preso il telefonino dal bancone, lo ha messo in tasca ed è uscito. probabilmente si tratta di qualche turista che è attivamente ricercato. Infatti, anche se lo smarphone è spento probabilmente può aver lasciato delle tracce sulle celle telefoniche utili a comprendere il percorso o l'ubicazione in cui si trova.  

Ultima modifica il Mercoledì, 22 Luglio 2015 08:16