Mesagne. I ragazzi schiamazzano e lui scende in strada con un'ascia In evidenza

Giugno 04, 2015 4181

polizia municipalePaura nel centro storico di Mesagne

dove un residente infastidito dagli schiamazzi di alcuni ragazzi è sceso in strada con una mannaia. Immediatamente c'è stato un fuggi fuggi generale, anche tra gli avventori di un vicino bar. Sul posto è giunta una pattuglia di vigili urbani e una volante della polizia. L'uomo è stato fermato e identificato. Ha spiegato agli agenti che non voleva fare nulla di male se non spaventare i ragazzi. E' stato condotto presso il comando della polizia municipale per ulteriori accertamenti. L'episodio si è verificato domenica sera poco prima delle ore 22 nei pressi di piazza Matteotti, nel centro storico della città e a poche decine di metri dalla sede del Comune. In giro c'è diversa gente, anche perché molti si stanno recando alle urne per esprimere il proprio voto. Nei bar del centro storico ci sono diversi avventori. In questo scenario sono arrivati alcuni ragazzi che hanno iniziato a fare degli schiamazzi. Sembra che abbiano sparato anche dei petardi per divertirsi. Il rumore, però, avrebbe infastidito uno dei residenti che è sceso in strada con in mano una mannaia da macellaio. A quel punto diversa gente che si trovava in strada si è allontanata avendo paura che potesse accadere qualcosa. E' stato lanciato l'allarme e sul posto sono prontamente intervenute una pattuglia di vigili urbani e una volante della polizia. Gli agenti hanno fermato l'uomo e l'hanno identificato. Poi i vigili lo hanno condotto in caserma per gli accertamenti. L'uomo, per la verità, sembra che oltre a portare la mannaia in mano non avrebbe minacciato nessuno. Questo, almeno, hanno dichiarato alcuni testimoni che si trovavano in strada. Insomma, passeggiava con la mannaia in mano. Una circostanza, per la verità, piuttosto strana. Una mannaia portata in pubblico potrebbe diventare facilmente un'arma pericolosissima. I vigili, al momento, non hanno denunciato nessuno in ogni modo hanno redatto un verbale dei fatti accaduti e lo invieranno in Procura nelle prossime ore, sarà il magistrato a decidere il da farsi. Intanto, continua il controllo del centro storico anche da parte della polizia per dare sicurezza sia ai residenti sia ai turisti. Giorni fa gli agenti hanno fermato un gruppo di ragazzi e addosso a uno di loro hanno trovato della sostanza stupefacente. Anche la polizia locale potrebbe contribuire a tale controllo se potesse disporre di uomini e mezzi. Purtroppo non è così. Domenica mattina, ad esempio, in servizio vi erano solo il piantone e tre agenti. Troppo pochi per effettuare un servizio degno della città di Mesagne. L'aumento di organico è ormai un argomento su cui la prossima amministrazione non può derogare. Magari mettendo in atto la mobilità con altri uffici dello stesso ente dove ci può essere personale in sovrannumero. Ed ancora nominare altri sottufficiali poiché ne ha solo uno in servizio che fa le veci di vice comandante.