Ancora un furto alla Tamoil di Mesagne. Ritrovata l'auto

Maggio 12, 2015 2866

tamoil-via-torre-con-barNon c'è pace per il bar annesso alla stazione di servizio Tamoil,

lungo la provinciale per Torre Santa Susanna, che la scorsa notte è stato oggetto di un raid criminale da parte di alcuni individui che, dopo aver sfondato la vetrata con una Fiat Punto, hanno portato via una slot machine e delle stecche di sigarette. Il furto è stato ripreso interamente dalle videocamere di sorveglianza. Sul posto sono giunte alcune pattuglie di un istituto di vigilanza e i carabinieri. L'auto è stata rinvenuta in mattinata dagli stessi militari. Difficile poter identificare il commando poiché era travisato completamente. Indagano i carabinieri. L'episodio si è verificato la notte scorsa quando alcuni individui, intorno alle ore 2.30, sono giunti nell'area di servizio della Tamoil, di proprietà della famiglia Bianco, a bordo di una Fiat Punto. Hanno fatto manovra e poi hanno dato a tutto gas verso la vetrata d'ingresso che hanno infranto. In un baleno si sono precipitati dentro e hanno prelevato e caricato la slot machine in auto, poi hanno arraffato le stecche di sigarette presenti nel locale. Intanto, il sistema di allarme ha inviato alla centrale operativa il segnale di effrazione. Così, sul posto si sono dirette alcune pattuglie di guardie giurate e una gazzella dei carabinieri. I malfattori, da parte loro, hanno impiegato appena qualche minuto per compiere il raid e fuggire. tamoil-via-torreQuando sono arrivati i carabinieri e le guardie giurate non c'era più nessuno. Se non i vetri della porta d'ingresso sparpagliati lungo il piazzale. Sul posto è giunto anche il gestore del bar che ha fatto un inventario della merce mancante. L'auto è stata rinvenuta in mattinata in campagna. Le telecamere hanno ripreso l'intera sequenza del furto solo che l'identificazione dei ladri è piuttosto ardua perché erano completamente camuffati. Le indagini sono condotte dai carabinieri. Anche i poliziotti, tuttavia, stanno lavorando allo stesso caso poiché il 30 aprile scorso nello stesso bar della stazione di benzina della famiglia Bianco si era verificato un altro furto. Stessa tecnica, stessa dinamica, probabilmente, stessi malviventi. Mentre il 17 marzo ai banditi era andata male poiché avevano cercato di rubare una slot machine e una macchina cambia moneta dal bar della stazione di servizio "Tamoil", collocata nella zona industriale. In questo caso il colpo era sfumato poiché i vigilantes presenti in zona erano intervenuti in una manciata di secondi facendo fuggire i ladri che avevano lasciato sul posto l'auto. A Mesagne sono diversi i furti portati a segno ai danni di bar dove sono presenti le slot machine. Nel marzo scorso i ladri dopo essere penetrati all'interno del bar "Silver Moon" avevano rubato stecche di sigarette e avevano tentato di aprire le casse delle slot. Sempre a marzo fu rubata una slot dal bar "Matisse" e nel febbraio dal bar "Campana". Sempre nel febbraio scorso il gestore di un bar si era accorto che due avventori, anziché giocare, stavano scardinando le slot presenti nel locale. Furono colti in flagranza di reato dai poliziotti che li arrestarono. Erano di Oria.  

Ultima modifica il Martedì, 12 Maggio 2015 08:18