Mesagne. Gimkana tra le buche

Aprile 10, 2015 2442

buche via bosco colombo 2Mesagne è ancora una città gruviera.

Nonostante il timido intervento dell’Amministrazione comunale, per tamponare l’emergenza sulla viabilità automobilistica e pedonale, c’è ancora molto da fare. Ogni giorno arrivano lamentele da parte dei cittadini stressati nel dover dribblare buchette o voragini. Eppure la primavera è arrivata, l’estate è prossima, i turisti iniziano a fare le valigie ma la città ancora non è pronta ad accoglierli in una realtà con una dimensione di vita tutta da verificare. “Hanno chiuso le buche piccole ma in città ce ne sono tante altre pericolose”, hanno spiegato degli automobilisti. A protestare, tuttavia, sono anche alcuni imprenditori alberghieri che hanno i loro “Bed & breakfast” nelle zone residenziali. “La strada che conduce alla nostra strutture recettiva è piena di buche di una certa grandezza”, ha spiegato un imprenditore con “Bed & breakfast” lungo la strada di “Bosco colombo”. Una zona che sta diventando residenziale ma dove mancano anche alcuni servizi. Come ad esempio la pubblica illuminazione della strada. “Abbiamo parlato con un assessore al quale gli abbiamo fatto presente questi nostri disagi – hanno affermato altri imprenditori – la risposta è stata una scrollata di spalle, come dire non so che fare”. Di fatto l’Amministrazione comunale ha già chiuso 250 buche appaltando i lavori a una ditta esterna. Solo che ve ne sono tante altre che vanno chiuse. In questi giorni lo sta facendo con gli operai comunali. “E’ un lavoro piuttosto lungo – ha spiegato l’assessore ai Lavori pubblici, Giancarlo Canuto – i nostri operai stanno chiudendo le buche più pericolose, urbane ed extra urbane, con lo stabilizzato. Perciò c’è bisogno di qualche altro giorno per chiuderle tutte”.buche via bosco colombo 3 Inoltre, l’Amministrazione comunale ha già indetto una gara, per un importo di 70 mila euro, per chiudere gli avvallamenti presenti nel territorio mesagnese. I lavori sono stati aggiudicati ma la ditta vincitrice non ha ancora depositato tutta la documentazione burocratica occorrente per iniziare i lavori. Un’altra gara di 60 mila euro è stata indetta nei giorni scorsi. Solo che per l’aggiudicazione, e l’inizio dei lavori, i tempi sono più lunghi. Infatti, sarà la prossima amministrazione a gestire questa procedura. “Tuttavia posso assicurare che entro pochi giorni le strade extraurbane, come Bosco colombo e Baccone, che presentano buche piuttosto pericolose saranno chiuse dai nostri operai con dello stabilizzato, l’importante è metterle in sicurezza. Parola di assessore”. L’Amministrazione comunale in un anno ha ricevuto decine di richieste di risarcimento danni da persone e automobilisti incappati nelle fameliche buche stradali. In questo caso prevenire è meglio che curare.  

Ultima modifica il Venerdì, 10 Aprile 2015 09:36