Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62
  • Errore nel caricamento dei dati del feed
Menu

Mesagne: Incendio doloso distrugge il parco Baden Powell, la Tagliata

pineta_tagliata_bruciataIgnoti piromani hanno dato fuoco al parco “Baden Powell” in contrada “Tagliata”, il polmone verde di proprietà del comune di Mesagne al cui interno è collocato il nuovo stadio di calcio. L’incendio si è sviluppato dalla sterpaglia presente al di sotto degli alberi e si è propagato, grazie alla complicità del vento di maestrale, a un terreno incolto attiguo. I danni potranno essere valutati solo nelle prossime settimane quando si avrà chiara l’incidenza che il fuoco ha avuto sulle piante. E’ il secondo incendio che si è sviluppato nell’area nel giro di poche ore. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Brindisi e i vigili urbani. La polizia municipale ha la conduzione delle indagini che sono state indirizzate verso la natura dolosa dell’incendio.

pineta_tagliata_bruciata_loscheletro_della_bacheca_baden_powellpineta_tagliata_bruciata_-Nella serata di mercoledì il sindaco, Franco Scoditti, si è recato sul posto insieme al comandante della polizia municipale, Bartolomeo Fantasia, e il presidente del consiglio comunale, Fernando Orsini. Dunque i timori che qualche scellerato potesse dar fuoco al parco di contrada Tagliata sono, purtroppo, divenute certezze quando nel pomeriggio di mercoledì delle lingue di fuoco lo hanno percorso in lungo e in largo. Non si è salvato nemmeno un fazzoletto di verde. E’ bruciato l’intero parco “Baden Powell”, così titolato il 1° agosto del 2007 dagli scout del Mesagne 1 che lo avevano piantumato fin dal 1994. Anche l’insegna in legno con il volto del fondatore degli scout, opera del maestro Cosimo Aresta, è andata distrutta. L'area boschiva interessata dall'incendio da qualche mese è stata affidata all'Agenzia regionale Arif, l’Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali della Puglia. In questo modo il comune ha risparmiato sulle spese di gestione. Gli interventi necessari erano già stati eseguiti a tempo debito. L'ultima pulizia delle erbacce, infatti, era stata effettuata 10 giorni fa. Il parco “Baden Powell” è esteso su oltre 40 mila metri quadrati di terreno e vi erano piantati circa 6 mila alberi tra cui 22 platani estirpati anni fa in piazza Porta Grande. Altre essenze presenti nel “Bosco Baden Powell” sono i pini d’aleppo, vari tipi di querce, le acacie, i gelsi, i carrubi, gli eucaliptus, i noccioli, i castagni, i pioppi, gli allori, e tanti altri tipi di alberi, come ad esempio gli abeti natalizi che, anziché essere gettati nei rifiuti, qui hanno trovato degna sistemazione. All’interno del parco è stato realizzato, dall’amministrazione comunale, un gazebo utilizzato dagli esperti per la didattica ambientale mentre il tracciato della pista ciclabile trova la degna conclusione. Infine il parco è meta preferita dalle famiglie, per far giocare i bimbi, o degli sportivi, per fare footing o trekking con le bici.

 

Video

Torna in alto