Menu

Mesagne: vede 2 ombre e spara agli operai dell'Enel. Denunciato

carabinieri_e_luparaUn agricoltore domenica notte ha sparato due colpi di fucile ad alcune ombre che si aggiravano nel suo pescheto. L’uomo pensava che fossero i ladri invece erano operai dell’Enel intenti a trovare un guasto sulla linea elettrica in agro di Mesagne. Gli operai, quando hanno udito gli spari, sono scappati frettolosamente e hanno chiamato i carabinieri. I militari, in pochi minuti, sono arrivati in campagna e hanno disarmato l’agricoltore. Poi lo hanno denunciato per spari in luogo pubblico e gli hanno sequestrato il fucile. L’episodio si è verificato domenica sera intorno alle ore 23 in contrada “Moreno”. (Foto archivio)

Proprio dall’omonima tenuta era stato segnalato all’Enel un guasto sulla linea elettrica. Sembra, infatti, che in alcune zone del resort l’energia non arrivava regolarmente creando disagi all’utenza. Una squadra di pronto intervento dell’ente gestore dell’energia elettrica era stata allertata e aveva raggiunto contrada “Moreno”. Da qui gli operai avevano percorso a piedi la linea per cercare di trovare il trasformatore su cui era in atto il guasto. Nel muoversi lungo la strada gli operai avevano lasciato acceso i segnalatori di emergenza dei loro mezzi. Tuttavia, per percorrere tutta la linea, in alcuni casi, si erano dovuti addentrare nei terreni. Proprio lungo questa linea elettrica vi è un podere di proprietà di un uomo di 43 anni nato a Latiano ma residente a Mesagne. L’uomo da diverse notti era costretto a recarsi in azienda per controllare che nessuno lo depredasse dei prodotti agricoli che l’indomani avrebbe venduto al mercato. Sembra, infatti, che l’agricoltore aveva già subito alcuni furti. Da qui è scaturita la decisione di vigilare personalmente la sua azienda. A un tratto, mentre era nascosto sotto alcuni alberi, ha udito dei passi e poi ha visto delle ombre. Sicuro di trovarsi di fronte ai fantomatici ladri, che lo avevano vessato nelle settimane precedenti, ha preso il fucile, regolarmente denunciato, e ha sparato due colpi in aria in segno di avvertimento. A quel punto gli operai dell’Enel hanno voltato i tacchi e hanno ripercorso velocemente la strada a ritroso. Mentre erano intenti a scappare hanno lanciato l’allarme. Una gazzella con tre militari è partita da Mesagne e in pochi minuti ha raggiunto contrada “Moreno” dove ha trovato i dipendenti dell’Enel piuttosto preoccupati. I carabinieri sono entrati nel podere e hanno scovato l’uomo ancora con il fucile imbracciato. Lo hanno disarmato e identificato. I militari hanno constatato che l’uomo, pur avendo denunciata la detenzione del fucile, non poteva portarlo fuori dalla propria residenza senza autorizzazione. Il fucile è stato posto sotto sequestro. L’uomo è stato denunciato per spari in luogo pubblico.

 

Ultima modifica ilMartedì, 17 Luglio 2012 09:41

Video

Torna in alto