Menu

Pioggia di critiche su La cavalcata dei Re Magi di Mesagne In evidenza

Grotta della natività 2014La quarantesima edizione de “La cavalcata dei Re Magi”, organizzata dalla Pro Loco di Mesagne, quest’anno non è piaciuta a molti cittadini che hanno notato delle sviste e superficialità che sperano possano essere corrette nella prossima edizione. In primis la cultura dei partecipanti a calarsi nella parte teatrale mentre la seconda è la location scelta per rappresentare la natività che quest’anno è stato il frantoio semi ipogeo al posto della tradizionale piazza d’armi del castello Normanno-Svevo.

cavalcata dei re magi 2014L’ex frantoio non è, infatti, un luogo accessibile ai disabili in carrozzella, a mamme con bimbi in carrozzina e a molte persone anziane. Fortunatamente in piazza Orsini del Balzo è stato allestito dal “Gruppo storico città di Mesagne” il villaggio giudaico con la riproposizione dei vecchi mestieri che ha riscosso un buon successo di pubblico. “Bisogna lodare gli organizzatori della manifestazione per l’impegno profuso – hanno spiegato alcuni cittadini – però nella prossima edizione bisognerebbe prestare maggiore cura alla partecipazione dei teatranti alcuni dei quali indossavano scarpe da tennis e ridevano lungo tutto il percorso. In questo modo si declassa un evento che è divenuto ormai un’attesa tradizione locale”. Per altri cittadini i costumi andrebbero rivisti. “Ormai sono tanti anni che sono indossati gli stessi abiti e il logorio del tempo si è notato – ha spiegato una signora ospite in città nelle festività natalizie – comprendo che per rifare il vestiario c’è bisogno di soldi. Però prima o poi bisogna iniziare. Magari poco per volta”. Infine l’ultima nota di protesta è legata alla location scelta dagli organizzatori per collocare la grotta della natività. All’ultimo momento è stato individuato il frantoio semi ipogeo in via Santacesaria, al di sotto dell’assessorato alla Cultura. Luogo molto suggestivo e scenografico però che ha limitato la partecipazione dei disabili, i cui parenti hanno fatto notare il gap logistico. Da pochi giorni la presidentessa della Pro Loco è Teresa Pastorelli, primo presidente donna dopo 40 anni di reggenza maschile, che è subentrata a Vincenzo gatto che ha retto il sodalizio per 10 anni. “Per la verità già da diversi mesi avevamo sollecitato una partecipazione cittadina alla cavalcata dei Magi – ha spiegato la neo presidente Pastorelli – che naturalmente non c’è stata. villaggio giudaico del grippo storico città di mesagneQuindi, ci siamo arrangiati con la gente che avevamo senza poter fare una serie di prove precedenti la manifestazione”. Per ciò che riguarda la location della natività ha detto: “Il frantoio semi ipogeo è un posto suggestivo anche se la tanta gente che ha partecipato all’evento ha inibito l’ingresso ai disabili e alle persone anziane. pastorelli teresa e vincenzo gatto al cambio di carica 31-12-2013Per il prossimo anno cureremo maggiormente quest’aspetto logistico”. Intanto nei prossimi giorni la presidentessa Pastorelli terrà un incontro con i figuranti della cavalcata ai quali farà presente le sviste verificatesi nell’edizione 2014 e per il 2015 ha spiegato: “E’ determinante per questi eventi la partecipazione dei mesagnesi. La 41esima edizione andrà sicuramente meglio poiché faremo tesoro delle problematiche verificatesi quest’anno”.  

Video

Torna in alto