Menu

Mesagne. Non vuole convivere col fratello e minaccia di suicidarsi

comune ingresso“Se non mi trovate un tetto, mi suicido”. Con questo cartello appeso al collo un uomo di 52 anni, da mesi rientrato dall’Emilia Romagna dove aveva lavorato per alcuni anni, con probabili traumi psichici, si è presentato venerdì mattina davanti agli uffici dei Servizi sociali del Comune di Mesagne ed ha messo in apprensione per mezza giornata la struttura pubblica. In pratica, dai primi accertamenti, sembra che l’uomo convivesse in modo piuttosto traumatico con il fratello con il quale spesso litigava anche in maniera piuttosto accesa.

Venerdì si è consumata l’ennesima lite tanto da far prendere all’uomo la decisione estrema. Così, ha scritto un cartello e lo ha infilato sotto il braccio e si è recato in Comune. Qui l’ha messo al collo ed è rimasto a piantonare la sede degli uffici sociali chiedendo a gran voce che il suo caso fosse preso in esame dai dirigenti. Sul posto sono intervenuti alcuni vigili urbani che hanno iniziato a tessere con l’uomo una trattativa al fine di farlo desistere dai suoi propositi. Dopo lunghi minuti l’uomo si è lasciato avvicinare e accompagnare all’interno degli uffici. Qui ha esposto il suo problema che è legato principalmente a una convivenza conflittuale con il fratello e teme, a causa delle ripetute sbronze, per la propria incolumità. Insomma un ménage familiare tutt’altro che sereno.

Gli assistenti sociali hanno trasferito temporaneamente l’uomo presso una struttura protetta in attesa di ulteriori decisioni. Nelle tasche della giacca indossata dall’uomo i vigili hanno trovato dei farmaci utilizzati nei casi di depressione. Ecco perché l’uomo sarà visitato dai medici del Dipartimento di salute mentale di Mesagne che decideranno se sottoporlo a un trattamento sanitario obbligatorio oppure no. L’uomo, tuttavia, non dovrebbe fare nuovamente ritorno nell’abitazione in cui risiede con il fratello. Questa mattina l’assessore alle Politiche sociali, Angelo Guglielmi, insieme ai funzionari del suo ufficio dovrebbero trovare una dimora alternativa. 

Ultima modifica ilLunedì, 16 Dicembre 2013 07:22

Video

Torna in alto