Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62
  • Errore nel caricamento dei dati del feed
Menu

La solidarietà dello sport ad Amoruso

Amoruso_GianlucaL’atto intimidatorio perpetrato ai danni dell’atleta Gianluca Amoruso, residente a Brindisi, proprietario della palestra “G Fit” di Mesagne richiede una risposta. Lo chiede la città, quella sana, lo esigono le istituzioni, lo vogliono le forze dell’ordine. Intanto dopo la solidarietà del sindaco, Franco Scoditti, e del presidente del Consiglio, Fernando Orsini, ad Amoruso inizia ad arrivare anche la solidarietà dei colleghi. Amoruso è dirigente provinciale della Federcalcio.

“E’ desiderio di tutto il calcio giovanile mesagnese manifestare la solidarietà e lo sdegno per l’atto intimidatorio di cui è stato oggetto Gianluca Amoruso e alcuni suoi collaboratori, dopo il gravissimo atto delinquenziale subito giorni addietro. – ha spiegato Dino Buffo, mister della Santissima Annunziata - Amoruso è organo dirigente del comitato provinciale Figc e si occupa dell’organizzazione e supervisione dell’attività dei giovani calciatori di tutta la provincia brindisi, persona che da sempre da un contributo professionale alle associazioni dilettantistiche del territorio”. Mister Buffo ha aggiunto: “Gli atti delinquenziali che si stanno susseguendo nella nostra città non devono stravolgere l’entusiasmo e le iniziative sportive che da alcuni anni mettono in risalto la positività e la civiltà di Mesagne in ambito provinciale, regionale e nazionale. Si spera che gli ultimi episodi di cattiva società possano essere chiusi in modo da dare sicurezza sociale a tutti i cittadini e sportivi mesagnesi”.

 

Torna in alto