Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62
  • Errore nel caricamento dei dati del feed
Menu

Niente a che fare col racket

morgese_stefano_avvocatoStefano Morgese è amico di Gianluca Amoruso. Ma è anche il suo legale. Ieri mattina lo ha accompagnato presso il Commissariato di pubblica sicurezza di Mesagne per formalizzare una denuncia contro ignoti. L’atleta è visibilmente provato. La notte scorsa non è riuscito a dormire nel ripensare al raid criminale.
Lui è una persona conosciuta e stimata che in quattro anni di duro lavoro ha fatto divenire la palestra “G. Fit” una delle più frequentate della città. E’ amico con tutti. Per cui non riesce a comprendere la genesi della vicenda criminale. “Possiamo senza dubbio escludere un'intimidazione a scopo estorsivo – ha dichiarato l’avvocato Stefano Morgese. Pensiamo che il racket non ha nulla a che fare con questa vicenda. Peraltro Gianluca non ha mai ricevuto nessuna richiesta di tale genere. Proprio non riusciamo a comprendere”. L’avvocato rassicura anche sulla vita privata: “Come molti sanno – ha aggiunto – è un giovane disponibile e buono con tutti. Per cui non c’è stato nessun particolare episodio di tensione che possa far pensare a qualcosa”. Anche la vita sentimentale di Amoruso sembra del tutto serena. Una delle ragazze presenti alla sparatoria, infatti, dovrebbe essere proprio la sua compagna. Una “caso” che adesso è passato in mano agli investigatori che nell’indagine si sono tuffati a capofitto.

 

Ultima modifica ilDomenica, 29 Aprile 2012 16:22
Torna in alto