Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62
  • Errore nel caricamento dei dati del feed
Menu

Un rondò salvavita in contrada Calderoni

rond-bretella-stradale-provle-latiano-ss7-1

Una corretta sinergia di intenti tra Provincia di Brindisi, Comune di Mesagne e cittadini potrebbe portare ad abbattere il rischio sinistri sulla bretella stradale che collega la provinciale per Latiano e la Statale 7. Dopo una missiva di protesta dei cittadini, con la quale hanno chiesto la realizzazione di un rondò, la Provincia e il Comune hanno risposto con la disponibilità a realizzarlo. C’è un solo problema: a carico di chi saranno i costi della realizzazione?


Tutto è partito da una nota che alcuni residenti hanno inviato giorni fa al presidente Massimo Ferrarese, al sindaco di Mesagne, Franco Scoditti, e all’assessore ai Lavori pubblici, Luigi Vizzino, con la quale hanno chiesto la realizzazione di un rondò.

“Dall’estate scorsa – hanno scritto i cittadini – è in fase di realizzazione una vasca di raccolta delle acque piovane per cui si è reso necessario intervenire anche sul crocevia della bretella stradale per realizzare un canale di collegamento delle acque tra la vasca e il canale Capece”. In occasione di questi lavori i cittadini hanno denunciato la pericolosità dell’incrocio a causa della pendenza in discesa e dell’intenso traffico veicolare, sia di giorno che di notte, che rendono la stessa insidiosa.

rond-bretella-stradale-provle-latiano-ss7-2“Per questo motivo abbiamo rivolto una istanza al presidente Ferrarese – hanno aggiunto – affinché valuti l’opportunità di realizzare una rotatoria idonea a dare alla strada tutte le garanzie di sicurezza necessarie”.

Infine i residenti hanno fatto notare che, in occasione della costruzione della vasca di laminazione, i mezzi pesanti che sono transitati sulla via vecchia per Latiano, in contrada Calderoni, hanno creato un evidente dissesto stradale poiché vi sono diverse buche pericolose per la viabilità”.

Una richiesta dei residenti che il Comune e la Provincia hanno accolto. Il progetto è stato già realizzato dal Comune. Quindi, la volontà di concretizzare il rondò c’è, quelli che mancano, però, sono i fondi. La Provincia ha chiesto al Comune di farsi carico degli oneri mentre il Comune ha risposto che non può adempiere a tale richiesta sia perché non ha fondi disponibili sia perché si tratta di una strada provinciale. In ogni modo se sarà messo in campo il buon senso e, soprattutto, la disponibilità a rendere sicura tale arteria il rondò sarà certamente realizzato. Quello che il Comune, certamente, farà quanto prima sarà la ristrutturare di una parte della via vecchia Latiano nel tratto interessato dai lavori.

 

Ultima modifica ilSabato, 26 Maggio 2012 09:48
Torna in alto