Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 62
  • Errore nel caricamento dei dati del feed
Menu

Mesagne piange Melissa. L'Italia, ieri, era tutta a Mesagne

bassi-melissa-baraconfalone-listato-a-luttoUn cielo plumbeo ha aperto ieri mattina la giornata di Massimo Bassi, il papà di Melissa. Per la verità la giornata non è mai iniziata poiché la precedente non è mai finita. Il signor Bassi, infatti, non ha dormito. E’ rimasto chiuso in casa nel suo dolore. Con lui la mamma Aldina e altri parenti strettissimi. Massimo Bassi, dopo aver salutato la tantissima gente che si è recata presso la sua abitazione per le condoglianze, ha chiuso il portone di casa.

bassi-melissa-le-amichebassi-melissas-le-amiche-Un’abitazione che, nonostante la presenza di qualche parente, gli è sembrata vuota. Da una parte l’assenza di Melissa mentre dall’altra c’era l’assenza della moglie Rita ricoverata presso l’ospedale di Mesagne in seguito a un malore accusato dopo aver appreso della morte della figlia. E’ andato su e giù dalla sua camera da letto a quella della figliola. Peraltro figlia unica. Nella cameretta erano ancora visibili i segni di Melissa. Due peluche posati sul letto e alcuni indumenti che Melissa avrebbe indossato la sera di quel maledetto sabato. Appeso al muro un orologio con un crocifisso. Una stanzetta semplice e dignitosa in cui Melissa ha trascorso giornate meravigliose tra lo studio e il divertimento. Ricordi molto pesanti per papà Massimo che, pur avendo un lavoro precario, ha lavorato molte ore al giorno pur di guadagnare qualche soldino da spendere per l’amata figliola. Ieri mattina tutti questi ricordi gli sono passati nella mente fino a quando ha deciso di uscire e andare a trovare la moglie in ospedale. Ci va circa tre volte al giorno. bassi-melissa-i-parentimonti-vendola-cancellieri-fUna moglie che ama molto. Lo si è visto per l’intera celebrazione funebre quando ha tenuto stretto tra le braccia, senza mai lasciarla, la foto della consorte. In ospedale si è recato intorno alle ore 7,30. E’ arrivato nel reparto di Medicina e ha trovato la moglie in condizioni migliori della sera precedente. Ha parlato con i medici i quali l’hanno assicurato sulla ripresa della signora Rita. A quel punto i due coniugi hanno espresso ai medici la volontà di partecipare ai funerali della figlia Melissa. I sanitari, a questo punto, si sono trovati spiazzati poiché la signora non si è ancora ripresa dal crollo psichico - fisico di sabato. Inoltre ha avuto sempre al suo fianco una psicologa dell’Asl Br/1. Davanti a quella richiesta i medici si sono riservati per qualche ora la risposta. Hanno tenuto un consulto al termine del quale hanno espresso alla signora Rita il consiglio di non partecipare ai funerali per evitargli un’ulteriore forte emozione. Il timore dei medici, infatti, era quello che la signora avesse un altro crollo psichico con conseguenze, questa volta, piuttosto gravi. bassi-melissa-la-bara-e-le-E così è stato, la signora, ha obbedito ai medici e, pur tra lacrime e dolori, è rimasta in ospedale. Massimo ha espresso il desiderio di poter portare con lui almeno la foto della moglie. Ma gli è stato consigliato di non farlo poiché il rigido protocollo, che regola i funerali di Stato, non ha previsto questa eventualità. Ma lui, caparbio, ha stretto la foto della moglie tra le braccia, scattata in occasione del matrimonio, e non l’ha più lasciata. Quando il feretro di Melissa è arrivato a Mesagne, dall’obitorio dell’ospedale “Perrino” di Brindisi, anziché andare direttamente in chiesa si è fermato davanti casa. Solo allora papà Massimo ha lasciato l’abitazione e, accompagnato dal presidente del Consiglio comunale, Fernando Orsini, si è recato in chiesa Madre per le esequie. Al suo fianco c’era la mamma Aldina e i suoceri. La mamma e il papà della signora Rita Muri. Dietro a loro la sorella di Rita e a lato il fratello con moglie e figli. Durante la messa Massimo non ha mai voltato lo sguardo dal feretro di Melissa. Lo ha sempre guardato anche se la sua mente era altrove. Un pianto dignitoso ha rigato più volte le guance. Gli occhi spenti in cerca di Melissa. bassi-melissa-interno-chies

 

Ultima modifica ilMartedì, 22 Maggio 2012 10:58
Torna in alto