Mesagne. Bimbo intimidito da baby gang al parco Potì In evidenza

Novembre 20, 2022 1484

Ancora problemi al parco “Roberto Potì” di Mesagne, dove bande di giovanissimi spadroneggiano incutendo paura ai più piccoli e mettendo in atto anche delle azioni di vandalismo. Gesta che, al momento, sono rimaste impunite poiché gli autori di tali gatti non sono stati ancora individuati. Solo alcune sere fa una baby gang ha fatto piangere un ragazzino che hanno bistrattato. In un altro caso un’altra banda di giovanissimi ha sparato dei petardi all’indirizzo di alcuni anziani: “Mettiamo il cappuccio della felpa così non ci identificano con le telecamere”, avrebbe chiosato quello che sembrava essere il capo di questi tremendi giovincelli.

Diversi anche gli atti vandalici che si perpetrano nell’area e gli escrementi dei pelosi che i portatori non raccolgono. In ogni modo sul parco “Potì” c’è l’attenzione della polizia locale, come ha confermato il comandante Teodoro Nigro: “Sul parco l’attenzione della polizia locale è al massimo, compatibilmente con i nostri orari di servizio e il personale presente – ha spiegato -. Il sindaco Matarrelli ha impartito delle precise indicazioni circa un’attenzione particolare alla sicurezza del parco.

Spesso dobbiamo intervenire verso coloro che non raccolgono le deiezioni dei loro pelosi, ma il controllo maggiore è svolto con la visione delle telecamere di video sorveglianza, che a breve saranno aumentate di numero e posizionate in punti strategici che permetteranno di tenere tutte le aree sotto controllo”. Il comandante Nigro ha, quindi, concluso: “Abbiamo, tuttavia, notato che nel periodo di post Covid il parco è maggiormente frequentato da giovani e meno giovani e la tendenza di quest’ultimi è di essere presenti nell’area, che non è recintata, in orari serali e notturni. E sono questi gli orari in cui si verificano determinate criticità”.

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina 
Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube
Per scriverci e interagire con la redazione 
contattaci