INTENSIFICATI I SERVIZI DI CONTROLLO A BRINDISI E IN PROVINCIA

Agosto 19, 2022 294

La maggiore presenza di turisti presso le principali mete turistiche in tutta la provincia di Brindisi e la realizzazione di svariate iniziative con un’alta affluenza di avventori, specialmente di giovane età, presso i locali pubblici di forte richiamo sono divenute oggetto della convocazione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la sicurezza Pubblica indetto dal Prefetto di Prefetto di Brindisi e di numerose Riunioni Tecniche di Coordinamento presso la Questura di Brindisi, a seguito delle quali sono stati predisposti degli specifici servizi di controllo, anche di natura amministrativa, con ordinanza del Questore di Brindisi Annino GARGANO.

Al riguardo la Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura ha programmato diversi incontri con alcuni gestori di locali di intrattenimento in funzione del corretto adempimento di obblighi derivanti dall’organizzazione di eventi pubblici e serate danzanti.

Nell’ambito delle attività mirate, rivolte altresì alla verifica delle segnalazioni pervenute alle Autorità competenti, in diversi comuni e località costiere della provincia, nelle ultime due settimane, sono stati ottenuti notevoli risultati.

In particolare, a seguito dei controlli lungo il litorale, si è riscontrata la mancanza delle prescritte autorizzazioni da parte di alcuni gestori di centri balneari e titolari di attività di ristorazione e somministrazione di alimenti e bevande che sono stati pertanto raggiunti da formale diffida.

A cura della Squadra Amministrativa della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Brindisi, unitamente a personale dell’ARPA, si è proceduto alle verifiche circa il rispetto dei limiti per le emissioni sonore e dell’orario consentito dalla legge per la diffusione delle stesse, a garanzia del diritto di riposo per i residenti del centro storico di Ceglie Messapica. Al termine del controllo, sono state elevate sanzioni amministrative a carico di un noto bar della cittadina messapica.

Inoltre, durante gli ordinari servizi svolti dal personale della Sezione Volanti della Questura di Brindisi, nel quartiere Casale del Capoluogo, è stato individuato un pubblico spettacolo musicale con la presenza di consolle, dj set ed oltre cinquecento persone, organizzato all’aperto in assenza delle preventive comunicazioni ed autorizzazioni da parte degli enti competenti, con la conseguente contestazione di sanzioni amministrative all’organizzatore dell’evento.

Continueranno, nel corso di tutta la stagione estiva, le attività di controllo anche amministrativo nel centro storico e sui luoghi della cosiddetta movida della città di Brindisi e gli altri comuni della provincia.