La denuncia. Nella Cittadella di Mesagne ricarica elettrica gratuita (Guarda il video) In evidenza

Agosto 05, 2022 580

Situazioni anomale, di cui alcune che superano la linea del perimetro della legalità, sulla Cittadella della ricerca di Mesagne la cui struttura è di proprietà della provincia di Brindisi. Da diversi mesi, infatti, c’è una circostanza anomala che è stata notata e denunciata: una postazione di ricarica elettrica abusiva, promiscua, cui fanno riferimento alcuni automobilisti proprietari di auto elettriche. Il tutto, sembra, gratuitamente. O meglio a carico della provincia di Brindisi.

Quindi degli automobilisti “intelligenti” fanno rifornimento alla propria autovettura senza pagare un euro. Non è tutto poiché l’abbandono e l’insicurezza la fa da padrona in questa struttura che ospita decine di aziende private e pubbliche. Il patrimonio arboreo presente all’interno dell’area mostra le sue gravi lacune con alberi secchi, tronchi caduti e lasciati lì a marcire, erbaccia un po' dappertutto. Viali bisognevoli di manutenzione così come diverse strutture murarie. E poi ci sono manufatti in ferro, inutilizzati da anni, veri monumenti dei tempi che furono, presenti un po' dappertutto. Per non parlare di un servizio di controllo e guardiania del tutto inesistente.

Chiunque può entrare dentro senza nessun controllo, di giorno come di notte. La situazione è stata esposta al presidente della Provincia di Brindisi, Toni Matarrelli, che ha messo nella sua agenda un sopralluogo da effettuarsi nei prossimi giorni. Magari in compagnia della polizia locale provinciale deputata per legge, tra l’altro, al controllo e sicurezza dei luoghi dell’ente. Intanto, nella home page del sito della Cittadella della ricerca è scritto: “La Provincia di Brindisi è proprietaria del “Comprensorio” Cittadella della Ricerca di Brindisi, nel quale operano e si concentrano enti e laboratori di ricerca, pubblici e privati, imprese, università, enti di formazione. L'obiettivo della Provincia è quello di garantire la crescita del “Comprensorio” in funzione dello sviluppo economico e sociale del territorio”. Nello stesso sito istituzionale è assicurato che “Il “Comprensorio” della Cittadella della Ricerca è una città tecnologica dotata di ampi spazi, verdi e solari, di strade percorribili a piedi, con viottoli pedonali, ed in automobile, con ampi parcheggi, e di edifici architettonicamente meritevoli di attenzione”. Questo solo alcuni anni fa, oggi l’abbandono di molte strutture, la mancanza di manutenzione e controllo la fa da padrone.

La denuncia. Nella Cittadella di Mesagne ricarica elettrica gratuita.

---------------
Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina 
Facebook. Puoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube
Per scriverci e interagire con la redazione 
contattaci  

Ultima modifica il Venerdì, 05 Agosto 2022 16:08