Mesagne. Ecco chi sono gli angeli che hanno ritrovato la signora Angela Grande In evidenza

Gennaio 18, 2022 1624

Nella disavventura la signora Angela è stata fortunata a essere trovata dalla squadra manutentori delle Ferrovie dello Stato incaricata a svolgere una verifica visiva dei binari lungo la tratta Brindisi-Latiano. Infatti, sono stati proprio loro a notare nella cunetta laterale dei binari una donna, malamente seduta per terra, affagottata su sé stessa. L’hanno soccorsa, rifocillata e hanno allertato i soccorsi. I quattro angeli custodi di Angela Grande sono Nico Caracciolo di Squinzano, Salvatore Pugliese di Brindisi, Mohammed El Otmay, di San Vito dei Normanni, tutti poco più che ventenni, e Vincenzo Camisa 50enne di Brindisi. Inutile dire che i quattro operai sono rimasti emozionati. Passata l’adrenalina dei primi momenti è tempo di ricordare i fatti. A farlo è uno dei quattro, Nico Caracciolo. “Diprimo mattino eravamo usciti a bordo del nostro veicolo ferroviario per effettuare una verifica visiva dei binari – racconta con emozione Nico – quando a un tratto abbiamo notato, ai margini della cunetta per lo scolo delle acque pluviali, una sagoma.

Ci siamo fermati e avvicinati. Abbiamo visto che si trattava di una donna e subito abbiamo pensato che si trattasse di Angela Grande”. Gli operai hanno, quindi, iniziato a parlare con la donna: “Gli abbiamo chiesto chi fosse e perché si trovava in quel posto. La signora ci ha subito fornito la sua identità, ma non sapeva dirci come fosse arrivata in quel posto. Ci ha detto subito di avere sete e di voler essere accompagnata a casa. Gli abbiamo dato la nostra acqua e abbiamo notato che dopo aver bevuto si è ripresa un po'. Probabilmente era abbastanza disidratata dalle tante ore trascorse all’aperto e al freddo”. A quel punto gli operai hanno allertato il coordinatore di servizio che a sua volta ha lanciato l’allarme alla Polfer di Brindisi. I primi ad arrivare sono stati gli uomini del 118 con cui la signora ha iniziato a interloquire. “Siamo davvero contenti di aver contribuito a salvare la signora Angela”, ha concluso Nico anche a nome dei suoi colleghi.    

---------------

Per restare aggiornato con le ultime news del Gazzettino di Brindisi seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina FacebookPuoi guardare i video pubblicati sul nostro canale YouTube.   

Per scriverci e interagire con la redazione contattaci  

Ultima modifica il Martedì, 18 Gennaio 2022 11:08